1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ipo Igd: per i gestori e’ una buona scommessa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel mare magnum di piazza Affari si prepara a debuttare Igd. Immobiliare Grande Distribuzione sarà collocata questo venerdì a 1,45 euro. La scelta è caduta su un prezzo che si trovava a metà della forchetta indicata dalla società tra 1,30-1,55 euro. Volendo fare due conti il valore di Borsa a seguito dell’offerta globale e sulla base del prezzo offerto sarà pari a 395,4 milioni di euro. Mentre il controvalore dell’offerta globale, al netto dell’esercizio della greenshoe, è di 138,5 milioni di euro. Secondo voci di mercato raccolte da Spystocks la fase di sottoscrizione di Igd è andata molto bene. La domanda ha di gran lunga superato la domanda. “Tanta euforia perché la società ha deciso di quotarsi a sconto. Una mossa che attira da sempre gli investitori, specie in questo situazione economica”, spiega Damiano Agosto di Capitalgest. “Il business stabile di Igd ha poi giocato a favore. La società ha infatti una buona posizione nell’attività in cui opera. E la febbre per il settore immobiliare resta alta tra chi è a caccia di buone opportunità”, aggiunge il gestore. Anche Gabriele Parini di AbaxBank non si stupisce della forte richiesta per Igd. “C’è così tanta liquidità in giro, che non avranno avuto fatica a riempire i book. I titoli del settore immobiliare sono azioni che hanno fatto molto bene negli ultimi dodici mesi. Le prospettive restano buone. Igd ha poi sfruttato una finestra di mercato senza Ipo per approfittare della buona intonazione del mercato”, dice l’analista. Dal canto suo Igd si presenta alla prova del listino con i conti a posto. L’offerta globale, pari a circa il 35% del capitale sociale, deriva da un aumento di capitale. Il 15% dell’offerta globale è rivolta al pubblico indistinto in Italia. “Il settore in cui opera Igd è promettente: la società è specializzata nella compravendita, nella locazione e nella gestione di centri commerciali, ipermercati, supermercati e gallerie commerciali. Nei prossimi anni è prevista una crescita dei grandi centri commerciali in Italia. Tanto che operatori esteri hanno iniziato a bussare alla porta. Igd essendo l’unico player è avvantaggiata”, spiega Parini, aggiungendo: “il business degli ipermercati è anticiclico perché i consumi alimentari non seguono i cicli economici. Anche questa è senz’altro una nota positiva”.