Ipo Geox, gestori consigliano prudenza

Inviato da Redazione il Mer, 24/11/2004 - 11:46
La voglia di Ipo conquista il mercato? Sembrerebbe proprio di sì. Secondo fonti finanziarie interpellate da Spystocks la domanda del comparto retail per l'offerta Geox avrebbe abbondantemente superato, di circa due volte, la quota che Moretti Polegato&Co avrebbero destinato. Un boom di richieste che alcuni gestori però non condividono. "E' strano che la società decida di andare in Borsa perché le banche bussano alla porta. Il mercato delle calzature è un settore maturo, come dimostra anche una recente analisi Mc Kinsey. E il piano di Geox è ambizioso", nota un esperto, che preferisce mantenere l'anonimato. "La società scommette sulle aspettative. Il rischio dev'essere condiviso. Ci vuole prudenza", aggiunge. L'intervallo di riferimento per la quotazione di Geox è stato fissato tra i 3,6 e 4,8 euro per azione. La maggior parte dei gestori interpellati da Spystocks tifa perché l'operazione avvenga a un prezzo vicino a 3,6 euro. Secondo Fabio Ciuffa di Banca Iccrea, "Geox si presenta con le carte in regola. Anche se i multipli potrebbero mettere in luce che il gruppo di Montebelluna non è a buon mercato". Secondo un altro esperto "i piccoli investitori si sono fatti la bocca buona perché Geox è un brand noto, ma questo non deve trarre in inganno. Le vicende che sono salite alla cronaca negli ultimi anni devono fare da monito agli investitori, aiutandoli a scegliere le occasioni di investimento non in base alla notorietà dell'azienda". Suona strano che gli investitori istituzionali abbiano superato cinque volte l'offerta come riportano indiscrezioni di stampa? Non per i gestori: "Inglesi e americani stanno facendo la parte del leone".
COMMENTA LA NOTIZIA