1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ipo Gas Plus e AscoPiave: gestori, l’energy è un settore che resta interessante

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le spy story all’ombra del Cremlino piacciono al mercato. O meglio servono a tener desta l’attenzione sul settore del gas. La stagione fredda è ormai alle porte dopo un autunno mite e in Europa la crisi diplomatica sul fronte anglo-russo a seguito del giallo sulla morte della spia Aleksander Litvinenko ha fatto accendere la spia rossa sugli stoccaggi di gas che serviranno per fronteggiare l’inverno in arrivo. La Russia fornisce al Vecchio Continente circa il 25% del suo fabbisogno di metano e lo spauracchio che si possa ripetere la crisi del gas come già avvenne lo scorso anno è un’ipotesi che circola da tempo. Di certo a Piazza Affari gli operatori non sono a corto di gas. Si preparano infatti ad affrontare le luci dei listini due società del settore, Gas Plus ed AscoPiave. Due gruppi che secondo alcuni gestori interpellati da Finanza.com potrebbero ricevere una calda accoglienza dal mercato. “Anche se le utilities hanno già fatto molto il settore continua ad essere interessante”, dice Bruno Bargiano di Capitalgest. Anche secondo Alberto Magnani di Abbacus sim l’energy è un comparto che continuerà a tenere banco a Piazza Affari, complice la situazione sul fronte del petrolio. “La discriminante resta il prezzo, anche se la caratteristica difensiva cui appartengono questi gruppi dovrebbe premiare gli investitori”, conclude Bargiano.