Ipo, i capitani coraggiosi che proseguono verso Piazza Affari

Inviato da Carlotta Scozzari il Gio, 22/11/2007 - 10:35
Se la paura da crisi subprime ha fatto fare un passo indietro ad alcune matricole che avevano pianificato l'Ipo a Piazza Affari entro la fine dell'anno (Fri-El Green Power ha ritirato l'offerta, mentre Maire Tecnimont ha stabilito un prezzo definitivo inferiore alla forchetta individuata), questo non è il caso di Didimo Zanetti, che prosegue imperterrita verso Piazza Affari e in particolare verso il segmento Expandi. "L'iter di quotazione - afferma un portavoce della società specializzata nella lavorazione di ingranaggi cilindrici e conici a dentatura diritta ed elicoidale - prosegue, continuiamo a puntare allo sbarco in Borsa entro la fine dell'anno in corso, ma non dipende soltanto da noi. Attendiamo infatti il via libera di Consob e Borsa italiana". Lo stesso doppio benestare che è atteso dalla genovese Figenpa, un portavoce della quale spiega a Finanza.com che, proprio perché le due autorità non si sono ancora espresse, "sarà difficile che la società riesca ad approdare in Borsa entro la fine dall'anno, mancano i tempi tecnici", ma in ogni caso "l'iter di quotazione non è stato interrotto e contiamo di arrivare sull'Expandi all'inizio del 2008".
COMMENTA LA NOTIZIA