L'iPhone traina i conti di Apple, stime battute

Inviato da Redazione il Gio, 23/04/2009 - 10:18

I primi tre mesi del 2009 hanno rappresentato per Apple il miglior trimestre di sempre, con la sola esclusione dei periodi comprensivi delle festività (e degli acquisti) natalizie. Parola di Peter Oppenheimer, cfo della casa della mela morsa, a commento dei risultati del secondo trimestre fiscale terminato a fine marzo resi noti ieri sera a mercati chiusi.

Apple ha archiviato il trimestre con ricavi per 8,16 miliardi di dollari (attese a 7,95 miliardi) e profitti netti per 1,21 miliardi, pari a 1,33 dollari per azione. Nell'analogo periodo dello scorso anno la società di Cupertino aveva registrato ricavi per 7,51 miliardi e utili per 1,05 miliardi.

Determinante per l'escalation del giro d'affari è stata la performance di uno degli ultimi nati di casa Apple: l'iPhone. Le vendite del "melafonino" hanno registrato una crescita del 123% rispetto all'analogo periodo del 2008, salendo a 3,79 milioni di unità. Sostanzialmente stabili invece le vendite dei prodotti considerati maggiormente maturi. Nel periodo Apple ha venduto 2,22 milioni di computer Macintosh, con un calo del 3% anno su anno, e 11 milioni di iPod (+3%).

Per il trimestre in corso la società si attende un giro d'affari compreso tra i 7,7 ei 7,9 miliardi con utili per azione tra i 95 centesimi e il dollaro. Il titolo Apple ha chiuso le contrattazioni in after hour con un progresso del 2,95 per cento.

COMMENTA LA NOTIZIA