1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Investor Watch, Investitori e imprenditori ottimisti sull’economia Usa nei primi cento giorni di presidenza Trump

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
 
 
 
E’ un gradimento ecumenico, che abbraccia repubblicani e conservatori, quello che emerge dall’Investor Watch di Ubs nei confronti dell’amministrazione americana a cento giorni dall’insediamento dell’outsider Donald Trump. Secondo il report, un numero sempre crescente di investitori dell’intero spettro politico è oggi ottimista circa l’economia americana. Non solo. Gli investitori sono pronti a scommettere sull’economia Usa una volta che saranno affrontati i temi chiave e ben due terzi degli imprenditori Usa intende aumentare gli investimenti, mentre più della metà ha in programma piani per incrementare l’occupazione.
 
Positività “democratica”
 
Nel dettaglio, come si legge nell’Investor Watch, ben il 58% degli investitori crede che l’amministrazione avrà un impatto positivo sull’economia, contro il 54% di dicembre, e anche i democratici si sentono più positivi rispetto al precedente sondaggio. La maggior parte degli investitori (il 61%) è ottimista sulle prospettive economiche a dodici mesi, così che più della metà degli investitori (56%) desidera distribuire un capitale aggiuntivo per anticipare ulteriori progressi. In generale le iniziative politiche che si ritiene possano accelerare la crescita economica sono infrastrutture, tasse e un altro tentativo di riforma sanitaria.
 
La fiducia delle pmi
 
Come per gli investitori, anche le pmi americane sentono il potenziale di crescita sotto l’amministrazione di Trump: il 75% è infatti ottimista circa le prospettive di business nei prossimi dodici mesi, con il 54% molto ottimista circa un miglioramento dell’ambiente imprenditoriale (rispetto al 45% del dicembre 2016) e il 49% che ritiene di avere maggiore facilità di fare affari (era il 37% a dicembre). Come risultato di questo ottimismo, il 66% dei proprietari di pmi intende investire di più nel proprio business e il 56% intende incrementare la forza lavoro. Queste cifre si confrontano con il 31% che intende invece investire meno nell’impresa e il 29% che intende ridurre l’organico. “È incoraggiante questo ottimismo degli investitori così come la volontà degli imprenditori di mettere il proprio capitale nell’impresa – è il commento di Paula Polito, responsabile della strategia di UBS Wealth Management America – Sono convinta che una volta che gli investitori vedranno i primi progressi delle iniziative che promuovono l’economia, il clima andrà ulteriormente migliorando“.
 
Investitori ambiziosi
 
Nel complesso, come emerge dall’Investor Watch, le valutazioni degli investitori riguardanti l’amministrazione Trump variano in base all’affiliazione, che è così ripartita: il 77% dei repubblicani approva il lavoro fatto finora contro il 24% dei democratici. Tuttavia gli investitori di entrambe le fazioni concordano sulle tre aree di priorità per la nuova amministrazione. Quasi tutti gli investitori (il 91%) ritengono infatti che l’investimento in infrastrutture avrà un impatto positivo sull’economia; tre quarti del panel (il 74%) vorrebbe che la riforma fiscale fosse la prossima riforma in agenda, mentre sulla riforma della sanità c’è molto meno ottimismo. La sanità infatti è ancora una preoccupazione. Quasi tutti gli investitori (90%) pensa che il governo dovrebbe dedicare più tempo a una migliore soluzione sanitaria, con il 61% che vuole modifiche sostanziali, anche se è disposto ad aspettare un’alternativa più efficace. “Gli investitori continuano a essere positivi sul futuro dell’economia, ma continuano a impostare le attese sulle promesse fatte durante la campagna elettorale”, spiega Sameer Aurora, responsabile Client&Investor Insights di Ubs. Che conclude: “Molti  credono ancora che l’attuale amministrazione possa raggiungere tutti i propri obiettivi e immettere il Paese in un percorso di crescita“.