Investire in tempi di crisi (Fondionline.it)

Inviato da Redazione il Mar, 18/09/2007 - 10:52
Una delle opzioni più gettonate dai gestori consiste nel destinare una cospicua fetta della componente azionaria alle blue chips di Europa ed Usa.
Alcuni investitori si domandano, in questa fase di instabilità e forte volatilità che permea l'andamento delle Borse, che fare con le proprie quote di portafoglio destinate agli strumenti del risparmio gestito che puntano sui titoli di rischio. Alcuni investitori -quelli più spaventati dalle prospettive dei listini- si interrogano sull'opportunità di vendere la totalità delle quote e aspettare momenti migliori per rientrare sugli stessi mercati.
La regola basica che l'investitore non dovrebbe mai perdere di vista è la seguente: i continui cambiamenti apportati alla struttura del portafoglio non hanno mai portato a risultati soddisfacenti nel lungo periodo. Individuare in modo preciso quando e come un asset farà meglio o peggio di altri segmenti è un compito arduo. Il consiglio degli esperti si sostanzia nella costruzione e nel mantenimento di un portafoglio ampiamente diversificato, magari da aggiustare a seconda dei mutamenti intervenuti nel mercato. Detto in altro modo, via libera alla ricerca di piccole scommesse speculative che tendano a battere le performance realizzate dagli assets privi di rischio nel medio termine, ma bisogna altresì evitare la liquidazione di intere posizioni che comportano un abbandono totale dell'investimento obbligazionario o azionario. (Segue)
COMMENTA LA NOTIZIA