Investimenti: per l'anno che verrà i gestori consigliano di mettere da parte lo scetticismo

Inviato da Redazione il Mar, 22/12/2009 - 11:27
Al bando il pessimismo per l'anno che verrà. Parola di Trevor Greethmanm direttore asset allocation di Fidelity International. Secondo il money manager il 2010 sorprenderà gli scettici. "Il 2009 si è rivelato difficile per la maggioranza degli investitori, che ha guardato con diffidenza allo straordinario rally fatto registrare dai mercati nel 2009 - spiega l'esperto - . Sentenziare che "questa volta è diverso" è pericoloso sia che si parli dei picchi minimi che di quelli massimi di ogni ciclo del mercato azionario, tanto che chi si è rifiutato di vedere qualsiasi parallelismo con la ripresa a V del 1975 se ne sta ora pentendo amaramente".

L'importante è essere concreti e lasciarsi stupire. Come sottolinea Greetham "a differenza dei precedenti rally di breve durata e in contesti di mercato ribassista ci troviamo di fronte ad una fase rialzista che durerà alcuni anni".
"Infatti, per la prima volta, il rialzo partito a marzo è stato caratterizzato da un'inversione di tendenza delle azioni confermata dagli indicatori di fiducia delle imprese", nota il gestore.

E in effetti se vogliamo trovare conferma di questa tesi, basta dare un'occhiata alle ultime indicazioni arrivate da Fed e Bce. "Nel 2009 le Autorità sono finalmente riuscite a superare la crisi finanziaria grazie a un allentamento della politica monetaria senza precedenti che è stato in grado di ristabilire la fiducia nel sistema", ricorda anche l'esperti.

"I pacchetti di incentivi sono stati definiti con l'intenzione di esagerare in eccesso piuttosto che in difetto. Pertanto - conclude - vi sono concrete possibilità che questa contrazione del ciclo economico possa trasformarsi in espansione".
COMMENTA LA NOTIZIA