1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Investec am porta la filosofia 4Factor in Italia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un approccio d’investimento in quattro
punti che cerca il massimo dell’obiettività. E’ quello che gli strategist Mark Breedon e Ken Hsia hanno illustrato alprimo incontro assoluto di Investec asset management con la stampa finanziaria italiana. Le
strategie 4Factor perseguono un approccio indipendente dai fattori
macroeconomici e che ha l’obiettivo di evitare le trappole in cui tutti gli
investitori sono soliti cadere.

“Rappresentatività euristica,
importanza euristica, ancoraggio euristico e anchoring – ha spiegato Mark
Breedon gestore del fondo Global strategic equity – sono la gamma di errori che
le persone fanno quando cercano di giudicare le probabilità”. L’esempio più
chiaro è l’influenza che l’ambiente, e in particolare l’informazione, esercita
sulle opinioni.

Seguendo questa linea, il
comportamento degli investitori sui mercati è inefficiente, dal che consegue
che i mercati stessi siano inefficienti. Ma non è una cosa negativa perché in
tal modo si creano delle opportunità in particolare per chi adotti un processo
di analisi rigoroso. “Il nostro team- ha spiegato Breedon – seleziona le idee
di investimento in base a quattro fattori:
l’alta qualità, una valutazione
interessante, dei risultati in miglioramento e una crescente attenzione degli
investitori”. I titoli dell’Universo di investimento, circa 3.000 per il Global
strategic equity e 1.000 per l’European Equity gestito da Ken Hsia, vengono
valutati settimanalmente sulla base di questi quattro parametri.

L’alta qualità viene declinata
come la capacità che una società ha avuto e ha di creare valore per gli
azionisti; le valutazioni interessanti sono quelle dei titoli che, rispetto al
mercato, appaiono convenienti; il miglioramento dei risultati  prende in considerazione le revisioni
positive sugli utili societari e un comune orientamento positivo delle stime
degli analisti; infine l’attenzione degli investitori osserva la tendenza
rialzista dell’azione in Borsa. Per ogni parametro viene assegnato un valore da
1 a 4. La somma totale dei punteggi ottenuti, se pari o superiore a dodici,
decreta l’inclusione del titolo esaminato nella lista dei candidati all’acquisto.

“Seguendo questa filosofia di
investimento possiamo selezionare anche titoli che a prima vista non appaiono
interessanti – ha spiegato Ken Hsia – come per esempio Teleperformance, un
gruppo francese leader nel settore dei call center. Dunque un settore a prima
vista ben poco attraente. Eppure l’azione ci ha finora restituito rendimenti
elevati”.  Attualmente i dieci maggiori
titoli nel portafoglio del fondo gestito da Hsia sono Sanofi, Imperial Tobacco,
Novartis, ING, National Express, Compania de Distribucion Integral Logista
Holdings, BAE Systems, Arytza, Teleperformance e Vivendi. Il fondo ha
registrato un rendimento del 5,5% dal lancio, avvenuto a dicembre 2006, e del
16,5% sulla distanza dei cinque anni.