1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Intesa: tempi brevi per il dopo Passera, spunta anche il nome di Colao tra i papabili

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Intesa Sanpaolo ha fretta per la sostituzione di Corrado Passera, che ieri ha lasciato il gruppo per entrare a far parte del nuovo governo Monti diventando ministro allo Sviluppo Economico e alle Infrastrutture.  Già martedì prossimo potrebbe essere nominato il suo successore alla guida del consiglio di gestione di Ca’ de Sass con i grandi soci che in questi giorni si incontreranno per decidere se optare per una soluzione interna o esterna.
 
Sabato summit tra i grandi soci
I vertici di Intesa Sanpaolo sono già al lavoro da ieri per il dopo-Passera con i primi contatti con i principali azionisti del gruppo. Secondo quanto riportato oggi da “Il Messaggero”, già sabato il presidente del consiglio di sorveglianza Giovanni Bazoli incontrerà i presidenti delle fondazioni azioniste. Sarà compito del cds di indicare il sostituto di Corrado Passera. Una riunione del consiglio di gestione è in programma per martedì 22 novembre a Torino e già in quella data si potrebbe procedere alla nomina del successore. Pertanto il cdg potrebbe essere preceduto lo stesso giorno da una riunione del cds straordinario volto a designare il nome del successore.
Intesa Sanpaolo dovrà sostituire anche Elsa Fornero, vice presidente del Consiglio di Sorveglianza, chiamata ad assumere l’incarico di Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari Opportunità.
Si rafforza la via della soluzione interna
In seno alla banca, secondo quanto riportato sempre da Il Messaggero, si starebbe facendo largo l’ipotesi di una soluzione interna. Il direttore generale vicario, Marco Morelli, che ha assunto temporaneamente i poteri del consigliere delegato, sarebbe in pole position insieme a Gaetano Micciché. Morelli, in Intesa dal 2010 e a capo della Banca dei territori, è stato anche vice direttore generale e cfo di Mps.
Tra le soluzioni esterne spunta anche l’ipotesi Colao
Diversi sono i nomi che circolano relativamente ai possibili candidati esterni: Giampiero Auletta Armenise, Fabio Gallia, Pietro Modiano e Domenico Siniscalco. Secondo quanto riporta il Sole 24 Ore, negli ambienti bancari circola anche il nome di Vittorio Colao, dal 2008 alla guida di Vodafone. Tra i banchieri internazionali è circolata l’opzione Andrea Orcel di BofA Merrill Lynch, nome circolato in passato come possibile successore di Profumo in Unicredit. Il quotidiano finanziario che fa capo a Confindustria indica come possibili candidati anche Fabio Gallia, amministratore delegato e direttore generale di BNL, del presidente di Banca Biis Francesco Micheli.