Intesa S.P.: perdita netta IV trim 2011 post-svalutazione a 10,1 mld, dividendo a 5 cent

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 15/03/2012 - 16:25
Quotazione: INTESA S.PAOLO
Intesa Sanpaolo ha chiuso il quarto trimestre dell'esercizio 2011 con una perdita netta post-svalutazione degli avviamenti di 10.119 milioni di euro rispetto ai 527 milioni di euro dei tre mesi precedenti. L'utile netto pre-svalutazione ha registrato un calo del 78,4% a 114 milioni di euro. In aumento del 21,3% il risultato della gestione operativa che negli ultimi tre mesi del 2011 è stato pari a 1.899 milioni di euro dai precedenti 1.565 milioni del terzo trimestre. Il cda ha proposto la distribuzione di un dividendo pari a 5 centesimi per azione ordinaria e di risparmio. Dal punto di vista patrimoniale, il Core Tier 1 ratio si è attestato al 10,1% e il Tier 1 ratio all'11,5%, con il coefficiente Eba al 9,2% anche dopo il dividendo.

"Alla luce della negativa evoluzione dei mercati e delle attese di decrescita dell'economia italiana - si legge nella nota - gli obiettivi quantitativi del gruppo indicati nel piano d'impresa 2011-2013/2015 richiedono una revisione. Resta comunque fermo l'obiettivo, indicato a piano, del 10% di Core Tier 1 ratio e, a partire dal 2012, di Common Equity ratio Basilea III pro-forma, nonché quello di un coefficiente Eba superiore al 9%, a fronte dell'impegno a distribuire nell'orizzonte temporale del Piano un dividendo per azione in contanti non inferiore a quello corrisposto a valere sull'esercizio 2011".
COMMENTA LA NOTIZIA