Intesa Sanpaolo, il trend di breve è deteriorato

Inviato da Riccardo Designori il Gio, 11/11/2010 - 12:25
Quotazione: INTESA SAN PAOLO
La brusca flessione accusata nel corso delle ultime due sedute da Intesa Sanpaolo ha portato alla violazione della trendline rialzista di medio periodo ottenuta con i minimi crescenti dell'8 giugno e del 31 agosto. Le implicazioni negative si sono riflesse con una brusca accelerazione verso i primi importanti supporti di 2,2925, solo parzialmente violati nel corso delle prime fasi di contrattazione. Da tale area potrebbe dunque partire un rimbalzo tecnico che favorirebbe l'inizio di una strategia short. Nella fattispecie vi sono due livelli che possono essere selezionati per intraprendere questo tipo di operatività. Il primo, più aggressivo, prevede la vendita del minimo di ieri a 2,34 euro, il secondo, di più ampio respiro, è collocato invece all'altezza di 2,46 euro. In questo secondo caso il titolo porterebbe a termine il pull back della trendline menzionata in precedenza. Lo stop per entrambi i punti di ingresso è fissato a 2,52 euro mentre il target più naturale è collocato in concomitanza dei minimi di fine agosto in area 2,18 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA