Intesa Sanpaolo si attende cambio euro/dollaro tra 1,34 e 1,36

Inviato da Redazione il Lun, 20/08/2007 - 11:18
La decisione della Federal Reserve (Fed) si è sentita anche sul mercato valutario. "Fino a giovedì il dollaro - spiegano gli esperti di Intesa Sanpaolo - ha guadagnato terreno in termini di cambio effettivo, con i guadagni su euro e divise high yielding a compensare ampiamente la flessione nei confronti dello yen". L'inversione di tendenza sulle principali Piazze finanziarie e anche sul mercato valutario è stata resa possibile solo dopo l'intervento della Fed. Intanto, il cambio euro/dollaro è sceso nell'ultima settimana da 1,3705 fino a minimi di 1,3423, rimbalzando poi a 1,35 dopo l'annuncio della Fed. Secondo l'ufficio cambi di Intesa Sanpaolo, le ramificazioni europee della crisi condizionano ancora le fluttuazioni dell'euro attraverso vari canali, quali l'appetibilità per gli investitori esteri, la fame di dollari delle banche del Vecchio continente tagliate fuori dal canale della commercial paper, riduzione delle attese sui tassi ufficiali banca centrale europea. "Nell'attuale situazione - spiegano da Intesa Sanpaolo - ci attendiamo fluttuazioni tra 1,34 e 1,36".
COMMENTA LA NOTIZIA