Intesa Sanpaolo sale ancora all'indomani del no ai Tremonti Bond

Inviato da Redazione il Mer, 30/09/2009 - 09:50
Intesa Sanpaolo in prima fila a Piazza Affari con un rialzo dell'1,24% a quota 3,06 euro all'indomani dell'ufficializzazione della rinuncia ai Tremonti Bond. "L'unica vera novità giunta dal consiglio di Intesa - rimarcano oggi gli esperti di Equita che hanno rivisto il prezzo obiettivo su Intesa da 3,2 a 3,3 euro - sono le dismissioni significative nei prossimi mesi".
I consigli di gestione e di sorveglianza dell'istituto guidato da Corrado Passera ieri hanno deciso di emettere fino a 1,5 miliardi di euro di Tier 1 e di accelerare e incrementare le azioni di capital management (dismissioni totali o parziali, partnerships, quotazioni, ecc) previste dal piano d'impresa per garantire al gruppo le risorse patrimoniali necessarie a una crescita dell'attività creditizia anche superiore a quella oggi prevedibile. La banca dunque fermerà la procedura avviata a marzo per l'emissione dei Tremonti bond. In merito al rafforzamento patrimoniale, in base alle ultime analisi, Intesa Sanpaolo ha a disposizione ben oltre 200 centesimi di punto di Core Tier 1 ratio e Tier 1 ratio da ottenersi attraverso operazioni di capital management riguardanti attività non strategiche. L'ammontare delle attività non strategiche è salito rispetto alle stime iniziali a oltre 11/15 miliardi di euro, a seconda che si consideri il valore di libro o un ragionevole valore di mercato.
COMMENTA LA NOTIZIA