1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Intesa Sanpaolo riorganizza le filiali in Italia, previsti 1.000 nuovi direttori di filiale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I dettagli del piano. Intesa Sanpaolo procede nelle attività previste dal piano industriale 2014-2017 e lancia il nuovo modello di servizio e organizzativo della Banca dei Territori, la struttura che gestisce la rete di filiali in tutta Italia. Il nuovo modello di servizio partirà dal prossimo gennaio 2015 e verrà affiancato da un programma, già in corso, di supporto al cambiamento dedicato a tutta la rete.

Alla base del nuovo modello ci sono la “focalizzazione sul mercato” e la “relazione con la clientela”: in ciascuna delle sette direzioni regionali esistenti, evidenzia una nota della banca, sono stati identificati tre “territori commerciali” specializzati (retail, personal e imprese) valorizzando le competenze specifiche del personale. Ogni direzione regionale vedrà quindi una semplificazione della struttura commerciale, coerente ad una miglior rispondenza tra competenze professionali e bisogni della clientela. Oltre alle strutture centrali esistenti, ogni direzione regionale avrà un direttore commerciale per ciascun “territorio” di specializzazione che a sua volta coordinerà i direttori di area, sotto i quali continueranno ad operare le filiali.

I risvolti sull’occupazione. Il piano prevede la creazione di oltre 1.000 nuovi direttori (di filiale, di area e commerciali) con opportunità di crescita per circa 2.000 persone, valorizzate in ruoli di maggiore responsabilità e con importanti obiettivi di performance e sviluppo della nostra clientela. “Le persone sono il nostro asset chiave, e ogni persona ha il proprio piano di impresa da conseguire”, spiega Carlo Messina, amministratore delegato di Intesa Sanpaolo. “Abbiamo definito il piano come un progetto di vita per la nostra banca, che avrebbe consentito di crescere insieme valorizzando le nostre capacità e le nostre aspirazioni. Oggi possiamo finalmente annunciare con soddisfazione che uno dei pilastri fondamentali del nostro piano, la valorizzazione delle persone e della clientela attraverso il lancio del nuovo modello di servizio di Banca dei Territori, sarà pienamente realizzato entro la fine di quest’anno”. “Il nuovo modello – continua Messina – avrà un impatto senza precedenti sulla nostra capacità di rispondere alle esigenze di famiglie ed imprese, facendo della valorizzazione delle nostre competenze specializzate e della centralità del territorio gli elementi differenzianti per raggiungere i risultati economici attesi”.