1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Intesa-Sanpaolo: il progetto di fusione all’esame finale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La grande banca che nascerà dalla fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo-Imi è pronta a decollare. Il progetto di aggregazione arriva oggi all’esame finale dei due consigli di amministrazione. Gli unici ad opporsi sono rimasti gli spagnoli del Santander Central Hispano (soci Sanpaolo con l’8%), che protestano per il rapporto di concambio (3,115) giudicato penalizzante per i soci della banca piemontese. “Il concambio non è adeguato”, ha detto il numero uno di Sch Emilio Botin, aggiungendo che “il Sanpaolo è la migliore banca d’Italia e vale di più”. Intanto gli amministratori della banca, riunitisi a Torino, hanno esaminato, con l’advisor Citigroup e i revisori, l’esito della due diligence e la bozza di statuto della nuova banca. Le bozze di statuto fin qui circolate lasciano intravedere una governance, basata sul modello duale, in cui i poteri reali sono affidati al presidente del consiglio di sorveglianza Giovanni Bazoli e al chief executive officer Corrado Passera. In attesa di capire quale sarà l’atteggiamento del Santander in vista delle assemblee, oggi il progetto sarà sicuramente approvato all’unanimità dei soci di Intesa (anche Agricole ha preannunciato il suo via libera dopo la conclusione dell’accordo di ieri), mentre a Torino ci sarà il solo voto contrario degli uomini di Sch.