Intesa Sanpaolo: nominati nuovi direttori regionali della Banca dei Territori

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 22/10/2014 - 12:15
Quotazione: INTESA S.PAOLO
Intesa Sanpaolo ha fatto sapere in una nota di aver nominato i nuovi direttori regionali della Banca dei Territori.

Cristina Balbo, in precedenza responsabile dell'Area Valle d'Aosta e Piemonte Nord Est, sarà il nuovo responsabile della Direzione Regionale Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria (con effetto 11 novembre 2014);
Paolo Giuseppe Graziano, in precedenza responsabile dell'Area Lombardia Nord, sarà il nuovo responsabile della Direzione Regionale Lombardia (con effetto 1 gennaio 2015);
Alessandro D'Oria, in precedenza responsabile dell'Area Puglia, sarà il nuovo responsabile della Direzione Regionale Milano e Provincia (con effetto 1 gennaio 2015);
Luca Severini, in precedenza Direttore Generale di Banca CR Firenze e responsabile dell'Area CR Firenze, sarà il nuovo responsabile della Direzione Regionale Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Molise (con effetto 1 gennaio 2015);
Pierluigi Monceri, in precedenza Direttore Generale di Banca di Credito Sardo, sarà il nuovo responsabile della Direzione Regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna e Direttore Generale di Banca CR Firenze (con effetto 1 febbraio 2015);
Francesco Guido, in precedenza Direttore Generale di Cassa di Risparmio di Venezia, sarà il nuovo responsabile della Direzione Regionale Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia e Direttore Generale del Banco di Napoli (con effetto 1 luglio 2015).
Renzo Simonato mantiene la responsabilità della Direzione Regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, nonché l'incarico di Direttore Generale della Cassa di Risparmio del Veneto.

"A partire da oggi - ha dichiarato Carlo Messina, consigliere delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo - la Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo si dota di un nuovo gruppo di capi delle direzioni regionali. Abbiamo nominato persone giovani, di notevoli capacità e con l'esperienza necessaria. Abbiamo voluto valorizzare le migliori professionalità interne al Gruppo, operando una significativa svolta generazionale. Sono certo che i nuovi capi sapranno raccogliere il meglio dell'eredità dei loro predecessori e superare di slancio le grandi sfide professionali che hanno di fronte. Ai direttori regionali uscenti, che nell'ultimo anno e mezzo hanno lavorato al mio fianco nella Banca dei Territori va il ringraziamento per gli eccellenti risultati che la Divisione ha raggiunto sotto la loro guida. Il contributo che potranno prestare in nuovi ruoli continuerà a essere prezioso".
COMMENTA LA NOTIZIA