Intesa-San Paolo, Salza apre uno spiraglio sui concambi

Inviato da Titta Ferraro il Lun, 09/10/2006 - 08:58
Quotazione: SAN PAOLO IMI
Quotazione: INTESA SAN PAOLO
"I concambi? Si potranno rivedere se la due diligence darà elementi nuovi". Enrico Salza sembra aprire per la prima volta sui valori della fusione Intesa-San Paolo. "E' legittimo che si discuta. Il Santander sceglierà un advisor professionale che tratterà con il nostro, Citigroup, la più grande società del mondo". Così il presidente del Sanpaolo Imi, Enrico Salza, ha commentato i malumori della società spagnola sul concambio per la fusione con Banca Intesa. "E' la più grande operazione in Europa, come potrebbe non esserci qualcuno che vuole di più?", ha osservato Salza in occasione della celebrazione dei sessant'anni della Cna di Torino. Salza ha poi ricordato che tutto dovrà comunque essere definito entro il 12 ottobre, quando si riuniranno i consigli di amministrazione delle due banche per dare il via libera definitivo alla fusione con la convocazione delle assemblee straordinarie sull'integrazione, previste per dicembre. Prossima riunione informale del cda del gruppo torinese è prevista mercoledì, verranno presentate le risultanze delle due diligence compiute dalle rispettive società di revisione e si scioglierà quindi definitivamente il nodo concambio.
COMMENTA LA NOTIZIA