1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Intesa, nel 2007 previsti ricavi a 11,5 miliardi e Roe al 20%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il consiglio di amministrazione di Banca Intesa ha approvato il piano d’impresa 2005-2007, che recepisce i nuovi principi contabili internazionali IAS/IFRS già adottati in occasione della redazione della relazione trimestrale al 31 marzo 2005. Nel corso dei tre anni il gruppo Intesa si pone un obiettivo di crescita dei ricavi totali a un tasso medio annuo del 7,4%, arrivando nel 2007 a circa 11,5 miliardi di euro. E’ poi indicata una crescita media annua del 7,7% per gli interessi netti e del 9,1% per le commissioni nette. I costi dovranno mantenere una dinamica molto inferiore, con un tasso di crescita medio annuo dell’1,1%, arrivando a 5,7 miliardi di euro, una conseguente stabilizzazione del cost/income al 50% e un risultato della gestione operativa in crescita ad un tasso medio annuo del 16%, a circa 5,8 miliardi di euro. L’obiettivo di risultato netto consolidato è pari a circa 3 miliardi di euro nel 2007, contro i 2 miliardi del risultato netto 2004 omogeneo. Ne consegue un obiettivo 2007 del 20% per il Roe (Return on Equity), rispetto al 16% del 2004 omogeneo. Banca Intesa si pone come target un ritorno “molto soddisfacente” dell’investimento dei propri azionisti, sia in termini di valore intrinseco dell’investimento sia di dividendi. Complessivamente, nel 2005-2007 il monte-dividendi distribuito dovrebbe superare i 5 miliardi di euro, passando da oltre 1,5 miliardi del 2005 a più di 2 miliardi nel 2007, e offrendo agli azionisti un rendimento pari a circa il 60% nel triennio.