International Trading Day. Tivegna presenta due tecniche di trading su Forex nate all'Università

Inviato da Redazione il Mer, 09/02/2011 - 19:22
Il titolo del seminario che Massimo Tivegna, professore all'Università di Teramo, terrà all'International Trading Day organizzato da IgMarkets nella sede di Borsa Italiana il prossimo 17 febbraio, può sembrare ostico: Sistemi di trading su Forex con modelli econometrici basati sulle news e trading con un DMAC ottimizzato. In realtà è la novità di queste due tecniche di trading, sviluppate in sede accademica all'Università di Teramo e in corso di perfezionamento per il mercato da FiMeS (Financial Metric Solutions), una start-up nata nelle prossimità dell'Università, a rappresentare l'attrattiva principale dell'appuntamento.
 
"La prima tecnica - descrive Massimo Tivegna - basa le decisioni di trading sulle simulazioni di un piccolo modello econometrico stimato su dati a frequenza tri-giornaliera (tre osservazioni nelle 24 ore effettuate tra il 1999, data di inizio dell'euro, e il 2008) con tecniche GARCH multivariate, sviluppate per le applicazioni a dati finanziari molto interrelati e caratterizzati da elevata volatilità. La caratteristica distintiva di questo modello è di essere basato su news che vengono raggruppate in due fondamentali categorie. Le prime sono le news previste (scheduled): dati congiunturali sulle economie europea e americana in forma di "sorprese" tra quanto atteso dai mercati e quanto pubblicato dai governi. Le seconde sono le news impreviste (unscheduled) che si riferiscono alla vasta messe di eventi eterogenei da cui sono bombardati i diversi segmenti dei mercati finanziari: dichiarazioni dei policy maker, variazioni inattese dei tassi di interesse ufficiali, eventi vari dei mercati che implicano una forte pressione alla svalutazione ed alla rivalutazione dell'euro, episodi di terrorismo e così via. Queste news sono raccolte in una banca dati di eventi chiamata Newsmetrics che è stata sviluppata nell'Università - anche con finanziamenti di ricerca pubblici - da fine anni novanta".

"La combinazione delle tecniche econometriche usate - prosegue Tivegna - e l'utilizzo delle news consentono al modello una notevole capacità di prevedere e valutare il ciclo di breve e brevissimo termine delle fluttuazioni dei tassi di cambio e in particolare dell'euro. Nella presentazione descriverò una tecnica di utilizzo del modello per il day-trading, al quale è particolarmente versato. Questa tecnica viene effettivamente usata da FiMeS, ancora in forma semi-sperimentale".

La seconda tecnica è più tradizionale per i cambisti: "Un DMAC (Dual Moving Average Crossover) ottimizzato (per ottenere i profitti più alti possibile) con un algoritmo genetico, una tecnica di data mining sviluppata nella genetica evoluzionista ma molto "gettonata" anche in finanza. I valori incogniti ottimizzanti sono il take-profit, lo stop-loss, la media mobile veloce e quella lenta. Lo sviluppo della tecnica e l'attività di trading è con orari di euro-dollaro continuamente aggiornati, anche questi da inizio 1999".

Il professor Massimo Tivegna illustrerà tutto questo dal vivo nei seminari dell'International Trading Day a Palazzo Mezzanotte, il 17 febbraio 2011. Per iscriverti e consultare il calendario degli appuntamenti:





COMMENTA LA NOTIZIA