Intel: limata la guidance 2012, il successo è solo rimandato (Dario Bucci)

Inviato da Floriana Liuni il Mer, 18/07/2012 - 15:03
Quotazione: INTEL CORPORATION
Risultati in miglioramento nel secondo trimestre per Intel, ma guidance rivista al ribasso per il 2012. Una trimestrale in chiaroscuro per un gruppo che ha comunque totalizzato risultati migliori delle attese con ricavi a 13,5 miliardi di dollari e un utile netto per azione a 54 centesimi contro i 52 attesi dagli analisti. "Il miglioramento in questo trimestre è dovuto senz'altro ai processori Core di nuova generazione a 22 nanometri", spiega Dario Bucci, ad di Intel Italia. "Sono i prodotti migliori di sempre e hanno avuto una risposta molto buona dal mercato. Altro aspetto positivo è quello dei data center per le imprese e dei progetti cloud". Le prospettive per l'intero anno sono state però tagliate per prudenza. "Il clima economico a livello globale è ancora incerto", osserva Bucci, "e soprattutto si è visto un rallentamento nei mercati emergenti, che sono quelli su cui contavamo per bilanciare il calo nei mercati maturi come l'Europa. Abbiamo limato le prospettive per l'intero anno anche per una questione di prudenza. Stanno infatti per essere lanciati prodotti che funzionano con sistema operativo Windows 8, in particolare i nuovissimi Ultrabook, il cui impatto sul mercato è ancora da verificare, soprattutto alla luce delle condizioni attuali del mercato. E' normale, perciò, che i venditori siano cauti nel costruire le scorte. Il successo di questi prodotti è sicuro, ma sarà differito nel tempo", è l'opinione di Bucci.
COMMENTA LA NOTIZIA