1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Inizia oggi la missione europea di Mario Monti, spread Btp-Bund sotto quota 470 punti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Inizia oggi il primo tour europeo di Mario Monti. Il neo premier incontrerà a Bruxelles il presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso, e il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy. Il professore illustrerà con ogni probabilità le nuove misure che dovranno essere fondate sui tre pilastri ribaditi in Parlamento: equità, crescita e rigore. La missione di Monti proseguirà giovedì quando incontrerà la cancelliera tedesca, Angela Merkel, e il presidente francese, Nicolas Sarkozy. Nel trilaterale, l’ex commissario Ue dovrebbe snocciolare le sue ricette per salvaguardare l’Eurozona e la moneta unica. Ieri sera il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, in una telefonata con Monti ha espresso la piena fiducia degli Usa vista l’elevata competenza dei membri del nuovo esecutivo italiano.

La stampa nazionale si concentra però più sulle misure che il Governo dovrebbe presentare prima dell’Eurogruppo in agenda il prossimo 9 dicembre. Sembra ormai certa la reintroduzione dell’Ici sulla prima casa che dovrebbe essere accompagnata da un aumento delle rendite catastali. L’Ici confluirà nella nuova Imu, l’Imposta municipale unica. Quasi scontato anche un ulteriore ritocco al rialzo dell’Iva al 21%, mentre indiscrezioni di stampa parlano di un incremento anche per l’Iva al 10% e per l’aliquota agevolata (attualmente al 4%) sull’acquisto della prima casa. Queste misure, nelle intenzioni dell’esecutivo, dovrebbero portare ad un alleggerimento dell’Irpef sui redditi più bassi e dell’imponibile Irap.
 
Più delicato il capitolo previdenziale e l’introduzione di una patrimoniale sulle grandi fortune. Nel frattempo viaggiano in lieve calo rispetto alla chiusura di ieri i differenziali di rendimento dei titoli di Stato italiani, francesi e spagnoli nei confronti del Bund tedesco. Lo spread Btp-Bund si attesta a 468 punti base dai 475 punti base di ieri, con il rendimento del bon decennale italiano pari al 6,70%. In moderato ribasso anche lo spread Bonos-Bund, a 460 punti base da 464 punti base, e il differenziale tra Oat e Bund, a 152 da 156 punti base.