1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Inizia la transizione elettrica di Peugeot: arriva l’ibrido plug-in

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La casa automobilistica francese spinge sull’acceleratore delle auto “plug-in”, annunciando l’arrivo di tre modelli che si baseranno sulla tecnologia ibrida ricaricabile: 508 fastback, Station Wagon 508 e il SUV 3008. Autonomia batteria al litio: fino a 50 chilometri senza bisogno di ricarica.

La 508 in commercio da settembre presenta un’architettura bassa, un nuovo design esterno e interni che propongono un’interpretazione inedita dell’i-Cockpit®

 

Anche Peugeot, la cui offerta prevede già una gamma di tre vetture 100% elettriche, lancia una nuova offensiva nel settore delle auto ibride. Sono tre i modelli che si baseranno sulla tecnologia plug-in ibrida ricaricabile: la 508 fastback, la Station Wagon 508 e il popolare SUV 3008.

 

A partire dall’autunno del 2019, annuncia la casa automobilistica francese, la catena di trazione benzina plug-in Hybrid sarà adattata e commercializzata anche sulla nuova Peugeot 508, la berlina con cui il gruppo intende “stravolgere il mercato con un’offerta in grado di competere con le auto migliori”, come ha spiegato Jean-Philippe Imparato, direttore generale della società.

 

La “nuova PEUGEOT 508 si impone più che mai come la perfetta espressione della nostra ambizione: fare di PEUGEOT il migliore costruttore generalista alto di gamma”, ha dichiarato Imparato. Il mensile specializzato “Al Volante” l’ha definita una “berlina comoda, ma dal look sportivo, cui corrisponde la guida brillante assicurata dai motore 177 CV del 2.0 diesel”.

Da parte sua il magazine “Auto” l’ha definita “una vera sorpresa”, che “rivela un grado di maturità assoluto su ogni fronte, non meno quello della dinamica di guida”. Viene lodata inoltre “l’efficienza e la rapidità di funzionamento del cambio automatico ad otto rapporti”.

 

La nuova berlina 508 anche in versione ibrida

La nuova berlina di punta del gruppo sarà realizzata anche nella versione dotata dei motori Hybrid e Hybrid4 (a quattro ruote motrici). Le due nuove motorizzazioni “sono la dimostrazione concreta della visione di PEUGEOT per una mobilità senza vincoli, appagante e sempre più efficiente”.

 

Peugeot promette un passaggio dal motore elettrico a quello termico e viceversa “impercettibile”, grazie alla frizione umida multidisco che consente di aumentare la coppia di 60Nm, per ottenere una maggiore reattività.

 

La combinazione delle propulsioni termica ed elettrica permette l’erogazione di una potenza complessiva di 225 CV per la Hybrid e di 300 CV per la versione a quattro ruote motrici.

 

Autonomia batteria elettrica: 50 chilometri con una ricarica

 

Al contrario delle ibride tradizionali, le auto plug-in si ricaricano velocemente e sono in grado di percorrere diverse decine di chilometri alimentate a sola elettricità. Questo è possibile perché le vetture dispongono di batterie più capienti, spiega Peugeot, “che possono essere ricaricate completamente dal motore termico, ma necessitano di essere collegate a una rete di corrente”.

La batteria ad alta tensione agli ioni di Litio (300V)  ha una capacità compresa fra 11,8kWh (Hybrid) e 13,2 kWh (HYbrid4), ai massimi livelli del mercato. Questa capacità permette di guidare in modalità 100% elettrica fino a 50 chilometri secondo il ciclo WLTP (3008).

Sono insomma la soluzione ideale per chi è attento all’impatto ambientale, ma allo stesso tempo non vuole preoccuparsi della ricarica: una volta esaurita la carica elettrica, si può restare alla guida utilizzando il motore termico.

 

Per quanto riguarda i tempi di ricarica, nel peggiore dei casi (presa tradizionale in casa) ci vogliono sette ore, mentre con il migliore degli equipaggiamenti (Wallbox) l’attesa si riduce ad appena un’ora e tre quarti.

 

Per i puristi dell’elettrico, i tre modelli a emissioni zero di Peugeot attualmente disponibili in commercio sono invece il ludospace commerciale Partner Tepee Full Electric, la citycar iOn e il veicolo commerciale Partner Full Electric.

 

L’andamento delle auto elettriche e ibride in Italia e nel mondo

 

La risposta del mercato al boom dell’offerta di auto elettriche e ibride nel mondo è stata positiva sinora. Le immatricolazioni di auto elettriche sono aumentate dell’81,7% da marzo 2017 al medesimo mese del 2018, stando ai dati UNRAE. Per le ibride il rialzo è stato intorno al 26%, mentre il miglior risultato è quello registrato dai modelli plug-in, con acquisti in salita di oltre il +100%.

 

In Italia la vendita di auto ibride ed elettriche ha subito “una vera e propria impennata negli ultimi mesi”, segnala Peugeot sul suo sito, specificando che il trend accomuna il nostro paese ai grandi mercati d’Europa, come Norvegia, Francia e Germania. Lì le immatricolazioni sono favorite anche dai generosi incentivi offerti per l’acquisto dei veicoli a basso impatto ambientale, mentre nel resto del mondo la tendenza positiva caratterizza principalmente gli Stati Uniti (California in testa) e la Cina.

 

Grazie a un aumento delle vendite del 28,2%, in settembre i veicoli ibridi hanno superato le immatricolazioni di auto a Gpl in Italia, raggiungendo nel mese una quota del 6,1% (+ 2,5 p.p.), mentre nel complesso rappresentano il 4,3% del totale (dati UNRAE). Forte è stata anche la crescita per le auto elettriche, che forti di un miglioramento del +168,7% si sono portate allo 0,4% della quota di mercato.