ING tra i leader mondiali del Dow Jones Sustainability Index

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 23/09/2014 - 13:43
Per la prima volta dal 1999, ING, uno dei principali gruppi bancari e assicurativi a livello internazionale, si è classificata Industry leader nel Dow Jones Sustainability Index World and Europe Indices, l'indice che valuta le performance di sostenibilità delle più importanti aziende a livello globale.

Con 82/100, ING ha ottenuto il punteggio più alto della sua categoria nel prestigioso indice internazionale. A essere premiati sono stati gli sforzi compiuti per integrare ulteriormente la sostenibilità nelle attività principali della banca.

Nel 2013 ING aveva ottenuto una valutazione di 76/100. Il gruppo bancario si colloca così tra le aziende leader a livello mondiale nel settore Diversified Financial, comparto dove la votazione media è stata di 45/100.

Ogni anno più di 3.000 tra le maggiori società internazionali, appartenenti a diversi settori, sono rigorosamente esaminate sulla base delle politiche aziendali adottate in abito economico, ambientale e sociale, come la relazione con i clienti e i dipendenti, l'innovazione, le strategie messe in atto per fronteggiare efficacemente i cambiamenti climatici, la gestione dei rischi e la ricerca.

ING, in particolare, ha ottenuto una performance elevata grazie a una serie di politiche di business orientate allo sviluppo sostenibile a lungo termine, riconosciute da RobecoSAM, che gli hanno consentito di ottenere un notevole vantaggio competitivo e di adattarsi alla rapida evoluzione del settore.

Dalle azioni per migliorare il rapporto con il cliente alle strategie climatiche, come il recente contribuito al finanziamento per la costruzione del più grande impianto geotermico del mondo a Sumatra, in Indonesia-, tutte le operazioni di ING confermano il continuo impegno in ambito ambientale e sociale, nell'innovazione tecnologica e nella costante trasparenza verso i propri stakeholder.

Per un'azienda essere presenti negli indici di sostenibilità Dow Jones è sicuramente un elemento apprezzato soprattutto dagli investitori che, con sempre maggiore frequenza, prendono in considerazione nelle loro valutazioni anche parametri non esclusivamente finanziari ritenendo le aziende sostenibili meno rischiose, nel medio-lungo termine, rispetto a quelle che non soddisfano requisiti ambientali e sociali.

Dal prossimo anno, per l'inclusione nell'indice Dow Jones Sustainability, ING sarà classificata nella categoria "Banks".
COMMENTA LA NOTIZIA