1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Infrastrutture: la Tav va avanti, a marzo il Cipe potrebbe sbloccare opere per 10 miliardi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sono giunte indicazioni importanti sul fronte infrastrutturale dal convegno sul settore tenuto oggi presso l’Università Bocconi di Milano. Le parole più significative in un’ottica di rilancio degli investimenti atto ad agevolare una ripresa dell’intera filiera sono state spese del ministro uscente Corrado Passera.

Il numero uno del ministero per lo Sviluppo economico, si è in tal senso impegnato a provare sbloccare nella prossima riunione di marzo del Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) “opere per altri 10 miliardi di euro”. Dei mesi trascorsi alla guida del ministero, l’ex numero uno di Intesa Sanpaolo si è detto “orgoglioso dello lo sblocco di tantissime opere”. Le risorse liberate finora sono state pari a 37 miliardi di euro, cui appunto andrebbero aggiunti i 10 miliardi menzionati quest’oggi. “Sbloccare opere per quasi 50 miliardi di euro è un’opera non piccola e che dà il senso di un enorme impegno e attenzione”, ha evidenziato il ministro.

Passera ha inoltre parlato della linea ad alta velocità Torino-Lione. Per il numero uno del ministero, il progetto Tav tra Italia e Francia “va avanti in base agli impegni presi”.

A margine del convegno dell’Università Bocconi, Passera, interpellato sul rischio che il progetto di costruzione della Tav Torino-Lione possa essere bloccato in seguito all’affermazione del Movimento 5 stelle alle elezioni politiche, ha affermato che: “ci sono impegni presi, il progetto va avanti”. Per il prossimo futuro, invece, il ministro ha aggiunto che “su quello che sarà il programma di governo si dovrà fare un discorso ben più articolato di una singola cosa”.