Inflazione Usa: il rialzo della benzina controbilancia il declino dei prezzi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’inflazione statunitense ha mostrato ad ottobre un timido progresso dello 0,2%, sotto le attese che indicavano +0,3%, mentre il dato core, che esclude i prezzi di cibo e energia, è rimasto piatto per il terzo mese consecutivo. Dai dati governativi, si può notare che l’impennata del prezzo della benzina (+4,6%) ha controbilanciato un sostanziale declino nelle altre componenti dell’economia a stelle e strisce. La paura della Federal Reserve si chiama quindi “deflazione”, un timore alimentato dall’elevato tasso di disoccupazione che da qualche mese sfiora i 10 punti percentuali. Nel dettaglio, i prezzi alimentari sono saliti dello 0,1%, mentre quelli del tabacco hanno mostrato una flessione dello 0,3%, il maggior declino dal maggio 2009. In crescita i prezzi dei trasporti (+1,2%), di riflesso all’aumento dei costi del carburante.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Caterpillar alza guidance 2017, conti trimestrali oltre le attese

Caterpillar ha alzato le proprie stime per l’intero 2017 in scia soprattutto al miglioramento delle prospettive in Cina. In particolare le stime dei ricavi sono salite nel range 38-41 miliardi di dollari (in precedenza erano tra 36 e 39 mld)
Il gru…

Roaming: da 15 giugno fine sovrapprezzi in Ue

Dal 15 giugno gli utenti di telefonia mobile in viaggio in altri paesi dell’Unione europea potranno effettuare telefonate, inviare messaggi di testo o navigare in rete senza pagare sovrapprezzi. L’ultimo requisito per l’abolizione delle tariffe di ro…