Inflazione: Confcommecio, dato in linea con le previsioni -2

Inviato da Micaela Osella il Gio, 31/03/2011 - 14:15
Infatti, a febbraio, i prezzi di cessione dei beni dai produttori ai distributori hanno fatto registrare per il comparto alimentari incrementi tendenziali pari al 6,5% sul mercato interno a fronte di incrementi del 2,1% sui mercati dell'eurozona. Almeno fino all'estate, e in assenza di variazioni sostanziali dello scenario economico interno e internazionale, i prezzi dei beni alimentari in Italia mostreranno, quindi, un profilo crescente. Inoltre, se la tendenza all'aumento delle quotazioni delle materie prime alimentari e non alimentari si protrarrà anche nei prossimi mesi, vi è il rischio - conclude la nota di Confcommercio - che le attuali tensioni inflazionistiche si trasmettano alle aspettative degli operatori economici rafforzando le tensioni al rialzo sui prezzi nei vari stadi delle catene produttive.
COMMENTA LA NOTIZIA