Indici Usa in rosso dopo le parole di Rosengren sul credit crunch

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mentre è già scattato il conto alla rovescia per la decisione monetaria che sarà presa giovedì dalla Banca centrale europea (Bce) e per il discorso che il numero uno della Federal Reserve a stelle e strisce, Ben Bernanke, terrà sempre giovedì sulle prospettive dell’economia statunitense, il quadro tratteggiato quest’oggi dal presidente della Federal Reserve di Boston, Eric Rosengren, non è certo dei più rosei: “Le banche commerciali rappresentano una importante fonte di liquidità” e a riguardo ci sarebbero “andamenti che continuano a destare preoccupazione”, tanto che il problema del credit crunch, ovvero delle restrizioni dal lato del credito, non appare affatto risolto. “Su questo sfondo – ha proseguito, secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, il numero uno della Federal Reserve di Boston nel corso di un convegno proprio sulle prospespettive dell’economia per il 2008 – la trasparenza da parte delle istituzioni finanziarie è particolarmente importante per permettere alla Federal Reserve di prendere le decisioni più giuste”. “Una veloce definizione delle perdite”, insomma “porta a risultati più efficaci, anche se nel breve termine può rivelarsi dolorosa”. E non a caso gli indici del mercato azionario, che prima delle parole di Rosengren viaggiavano in territorio positivo, hanno virato al ribasso portandosi in area negativa. Tanto che al momento il Dow Jones cede sul campo lo 0,42% e il Nasdaq si lascia alle spalle lo 0,41%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…