1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

L’indice del dollaro chiude l’ottava ai massimi da un mese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’indice del dollaro chiude la settimana con il segno più e il biglietto verde e si conferma ai massimi da inizio giugno. Dopo il rafforzamento innescato dalle parole di Bernanke, la corsa del dollaro è stata rallentata dalle precisazioni “dovish” di Dudley e Lockhart, rispettivamente presidenti delle Federal Reserve di New York e Atlanta.

Il primo ha rimarcato che nel caso in cui le condizioni dell’economia dovessero peggiorare il piano di acquisto asset continuerà e il secondo è stato più preciso, rilevando che l’andamento altalenante della prima economia farà ritardare l’exit strategy al 2015. Nel complesso nel corso dell’ottava il dollaro ha evidenziato un incremento superiore al punto percentuale.

Il miglioramento del sentiment degli operatori ha invece spinto al ribasso le valute rifugio facendo rispettivamente perdere al franco svizzero e allo yen l’1,3 e l’1,6 per cento. Rosso anche per euro (-1%) e sterlina (-1,5%), penalizzati dall’andamento del contesto macro. Tra le commodity currencies, nuova settimana di debolezza per il dollaro neozelandese (-0,5%), per quello canadese (-0,6%) e per quello australiano (-0,8%).

Il saldo mensile del dollaro evidenzia un rosso di un punto percentuale mentre il dato relativo euro e yen segna un +0,9% e un +2,8%. Su base trimestrale il greenback non fa registrare variazioni significative mentre la moneta unica e quella del Sol Levante evidenziano un +1,3 e un -5,3 per cento.