Incertezza politica frena ancora Piazza Affari in avvio, giù Telecom

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 07/12/2012 - 09:34
Si conferma anche oggi il momento difficile per Piazza Affari. Dopo un avvio piatto, l'indice Ftse Mib ora viaggia in calo dello 0,78%, peggiore tra i listini europei. L'azionario milanese è condizionato dalla delicata situazione politica con il Pdl che ieri si è rifiutato di votare la fiducia posta dal governo Monti su decreto sviluppo e quello sui costi della politica. Frizioni che hanno portato lo spread di nuovo sopra area 330 punti base.
Sul Ftse Mib spiccano i cali di Bper (-1,82%) e A2A (-1,59%). Giù anche Telecom Italia (-0,9% a 0,7 euro) all'indomani del cda che ha deliberato di dare mandato al management di verificare le condizioni per un'eventuale partecipazione della Cassa Depositi e Prestiti al capitale di una società da costituire per la gestione della rete d'accesso. Sul processo di cessione di Telecom Italia Media, il Cda ha esaminato le due offerte ricevute e ha dato mandato al management di negoziare delle condizioni migliorative al fine di presentare al Cda delle offerte vincolanti definitive.
COMMENTA LA NOTIZIA