In Italia tiene banco il nodo assemblee dopo decisione Governo

Inviato da Redazione il Gio, 13/03/2008 - 08:48
Si accende il dibattito in Italia sul nodo assemblee all'indomani della decisione presa da palazzo Chigi di rinviare al prossimo Governo le nomine ai vertici delle società pubbliche. Una decisione che non ha incontrato il favore né del presidente di Conindustria, Luca di Montezemolo, né dei grandi fondi di investimento. "Ritengo - commenta Luca di Montezemolo - che si debbano creare le condizioni perché si assicuri il massimo di correttezza istituzionale in un costruttivo rapporto tra gli schieramenti, rispettando le scadenze assemblari naturali". Le cariche in scadenza tra aprile e maggio sono quelle ai vertici di Enel, Eni, Finmeccanica, Terna e Poste. Per il gruppo guidato da Fulvio Conti l'approvazione del bilancio e il rinnovo del board si svolgeranno l'11 giugno a elezioni ultimate.
COMMENTA LA NOTIZIA