1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

In India scatta la vigilanza anti-suicidi e si ricorre allo psicologo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Anche la Borsa indiana precipita e la polizia teme un’ondata di suicidi nel paese. Perciò è scattato un piano di vigilanza su ponti, laghi e fiumi, soprattutto nelle grandi città. L’indice indiano sta affrontando le maggiori perdite della sua storia. In meno di una settimana ha bruciato oltre il 20% del proprio valore e quindi miliardi di dollari. Ieri a metà giornata l’indice di riferimento del listino indiano, il Sensex – paniere dei principali 30 titoli – era sceso sotto la soglia dei 10.000 punti con un calo di oltre il 10% in una sola seduta. Poi le autorità borsistiche hanno presola decisione di interrompere le contrattazioni per un’ora e il primo ministro indiano ha cercato di tranquillizzare il mercato ricordando come in una giornata così nera gli investitori stranieri avessero comprato. Nel 1990 una crisi borsistica meno grave portò a migliaia di suicidi di investitori e broker. Nel timore di un bis, alcune società private indiane hanno ben pensato di assicurarsi i servizi di psicologi per aiutare i broker a superare il momento difficile.