In diretta dalla City - Risk appetite e dollaro debole i temi della giornata

Inviato da Redazione il Mar, 03/08/2010 - 09:45

Da Londra un trader italiano di una banca internazionale, dietro la promessa dell'anonimato, ci guida sui mercati finanziari con il taglio operativo proprio di un professionista della finanza. Per mantenere intatta questa caratteristica si è scelto di non filtrare il commento originale, conservandone quindi anche i tecnicismi. Ecco di cosa si parla oggi nelle sale operative della City. Buona lettura

1 - DATI E MERCATI
S&P + 2.20%, Eurostoxx +2.92%
Ice Brent $81.04 (+3.66%), Copper +1.50%, Gold debole.
US 10y Treasury avanzano di 3 bps (2.934%)
Vendite di Usd (Usd index -0.83%), acquisti su Eurusd e Cable. Forti tutte le commodity e high beta currencies.
 
Due i temi della giornata:
- RISK APPETITE
- USD DEBOLE
 
2 - Ragioni per il "Risk Appetite".
 
- Earnings delle corporate US hanno battute le forecast nell'80% dei casi. Le corporate US sembrano  "accumulare" cash con cui o ripageranno i debiti o faranno nuovi investimenti (cosi almeno si spera).
- Cina e' in fase di "slowdown" ma NON e' l'armageddon!
- per 2 anni abbiamo vissuto una "everyone knows situation": tutti gli investors sono vissuti in "attesa" della fine dei tempi. E' proprio questa una ragione per cui non si sta verificando. Se apocalisse ci sara' sara' sicuramente "a sorpresa".
- tassi bassi a lungo spingono ad "investire" in rischio.
 
3 - Ragioni della debolezza del dollaro sono:
 
a) Motivi di carattere tecnico: da una parte "Head&Shoulder" di inversione (il target per l'Eurusd era a 1.3150), dall'altra stop loss a 1.3100;
 
b) US ISM manufacturing a 55.50: migliore delle attese ma con la componente "new orders" debole. Se ripresa c'e' in US si fondera' sugli investimenti, se anche questi vengono meno e' davvero tempo di vendere USD (cosi almeno sembrano ragionare i mercati).
 
c) Bernanke ha dichiarato:" "We need to make sure that monetary policy continues to provide the support the economy needs". La Fed sembra piu' concentrata sulla ripresa economica che sull'inflazione. In US i tassi rimarranno bassi ancora a lungo (con conseguenze difficilmente immaginabili, ma anche molte oppostunita').
 
d) Nelle scorse settimane dati macro in Eurozona hanno sorpreso positivamente.
 
e) Ieri HSBC (profit +121% a $11.1 bio) ha dichiarato apertamente che la banca e' in perdita solo in US (mentre in UK, Eurozona e Asia e' "profitable"). La news ha immediatamente sostenuto il cable.
 
4 - DATI OGGI
US Personal Income.
Eurusd sembra bene impostato: Barriers in area 1.32.
Forte la Sterla (earnings buoni per le banche aiutano UK).

Mr.Rosebud

Se vuoi commentare l'articolo o approfondire/criticare le tesi esposte scrivi a commenti@finanza.com. I commenti più interessanti saranno pubblicati e riceveranno risposta compatibilmente con gli impegni professionali di Mr. Rosebud

COMMENTA LA NOTIZIA