1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

In diretta dalla City – perchè l’euro/dollaro si avvicina a 1,30

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Da Londra un trader italiano di una banca internazionale, dietro la promessa dell’anonimato, ci guida sui mercati finanziari con il taglio operativo proprio di un professionista della finanza. Per mantenere intatta questa caratteristica si è scelto di non filtrare il commento originale, conservandone quindi anche i tecnicismi. Ecco di cosa si parla oggi nelle sale operative della City. Buona lettura.



1 – DATI E MERCATI
Giornata interessante:
 
– Equity e Oil in territorio negativo: in intraday S&P scende di 1.30% (per poi chiudere praticamente invariato), Nikkey -2.86, EuroStoxx50 -1.32%, ICE brent -1.10%
– Acquisti di US treasury (10Y di nuovo sotto il 3%, -15bps)
– Commodity (escluso Oil) “resistenti”: CRB +.77%, Gold flat a $1208/oz
– Spanish 10Y yields -9bps a 4.64%: successo dell’asta di Eur3bio a 15Y!
– Nel Forex:
a) selloff di Usd (Usd index -1.13%)
b) massimi Eurusd a 1.2954 (+1.89%)
c) Cable +0.90%
d) Usdjpy -1.40%
 
2 – COSA E’ SUCCESSO. Perche’ Eurusd si avvicina a 1.30?
 
a) I dati macro US continuano a deludere. Questo vale sia per Hard Data (retail sales, housing) che Survey Data (consumer confidence, Philly and Empire State index): L’inflazione e’ non esistente e il mercato comincia a dubitare del ruolo di “safe haven” che finora ha rivestito il Usd.
b) Il “focus” del mercato di sposta dall’Eurozona (che ha i suoi problemi) ad Us (ipotesi di “double dip”?).
c) Rumours di possibili merger nel settore bancario Greco + il successo dell’asta bond spagnoli sono segnali positivi per l’Eur.
c) Stop Loss in area 1.2760 per Eurusd (hanno contribuito al move al rialzo).
d) Due ragioni di analisi tecnica nel grafico daily dell’Eurusd (che allego): da una parte c’e’ stata la “rottura” del downtrend iniziato nel dec 09, dall’altra l'”Head&Shoulder pattern” e’ un chiaro segnale di inversione del downtrend (target 1.3120?).
Due le osservazioni (nuovi trend di medio?)
a) si e’ “rotta” la correlazione che ha dominato i mesi passati: Equity Down e Usd Up. Per mesi, Il Usd e’ stato considerato “safe haven asset”. Lo sara’ anche in futuro?
b) Nonostante i dati macro Us negativi, lo S&P recupera in chiusura.
L’impressione e’ che molto di negativo sia prezzato. Possibile ulteriore recupero dell’equity?
 
3 – DATI OGGI
Us Consumer price index, TIC e Michigan. I dati negativi sono scontati un po’ da tutti (ma potrebbero muovere al ribasso Usdjpy). Take profit per Eurusd in area 1.30: troppo veloce, eccessivo e privo di ragioni “fondamentali” il muove di ieri.
 
Mr.Rosebud
 
Se vuoi commentare l’articolo o approfondire/criticare le tesi esposte scrivi a
commenti@finanza.com
I commenti più interessanti saranno pubblicati e riceveranno risposta compatibilmente con gli impegni professionali di Mr. Rosebud.