In diretta dalla City - Investors rimangono sostanzialmente avversi al rischio

Inviato da Redazione il Mar, 07/09/2010 - 10:06
Da Londra un trader italiano di una banca internazionale, dietro la promessa dell'anonimato, ci guida sui mercati finanziari con il taglio operativo proprio di un professionista della finanza. Per mantenere intatta questa caratteristica si è scelto di non filtrare il commento originale, conservandone quindi anche i tecnicismi. Ecco di cosa si parla oggi nelle sale operative della City. Buona lettura.

 
Ieri, con US in vacanza, e' stata una "non-giornata". Le impressioni che abbiamo sono:
 
a) Investors sono sopratutto focus sul "non-perdere". Per questa ragione rimangono di "moda":
- Govies;
- Index-linked governments + TIPs;
- gold/silver;
 
b) Investors rimangono sostanzialmente avversi ai rischi per due ragioni:
 
- tutti si chiedono cosa fara' la Fed e il Governo US in caso di nuova recessione. La Fed dovra' perseguire obbiettivi legati alla disoccupazione? Nuovo QE? Ma allora che differenza c'e' tra politica fiscale e monetaria?
- gli attori tradizionalmente "risk lovers" sono "disincentivati" dai regulators (HF chiudono, prop traders vengono licenziati, le banche d'investimento riducono le revenues).

FOREX
Tre, secondo noi, saranno i fattori "driver". Il Usd sara' cioe' venduto:
 
- In caso di deflazione. Perche' la Fed sara' costretta a varare un nuovo piano di QE; nel caso il mercato andra' long Jpy e Chf e short Usd.
 
- In caso di mercati equity deboli ("rischio off" e' buono per il Usd)
 
- la Bce continua ad alimentare l'idea di volersi differenziare dalla Fed (no QE e focus solo sulla inflazione)
 
DATI OGGI
Nulla di significativo. Sara' probabilmente una giornata per avversi ai rischi, con equity down e Usd acquistato.


Mr Rosebud
 
Se vuoi commentare l'articolo o approfondire/criticare le tesi esposte scrivi a commenti@finanza.com. I commenti più interessanti saranno pubblicati e riceveranno risposta compatibilmente con gli impegni professionali di Mr. Rosebud


 

COMMENTA LA NOTIZIA