In diretta dalla City - L'euro/dollaro respira, ma il mercato è ancora one-way short

Inviato da Redazione il Gio, 03/06/2010 - 09:16

Da Londra un trader italiano di una banca internazionale, dietro la promessa dell'anonimato, ci guida sui mercati finanziari con il taglio operativo proprio di un professionista della finanza. Per mantenere intatta questa caratteristica si è scelto di non filtrare il commento originale, conservandone quindi anche i tecnicismi. Ecco di cosa si parla oggi nelle sale operative della City. Buona lettura.


1 - DATI E MERCATI
Giornata di "recupero" (per lo piu', come si dice, tecnico):
 
- S&P +2.58% (rimbalzo del settore OIL / Energy dopo il sell-off dell'altro ieri), MSCI Asia +2.8%, Nikkey +3.24%
 
- ICE Brent avanza dell'1.7%, Copper +1.4%
 
- Come sempre, con "risk basket" acquistato, i Treasury US sono venduti (10Y a 3.3529%, +9bps)
 
- Nel forex: Eurusd in fase di stabilizzazione (area 1.2250), Gbp rimane forte, acquisti su AUD e CAD (e tutte le cosidette "high beta currency"). Jpy, al contrario, perde terreno (con equity in recupero, Jpy viene sempre venduto).
 
Attesa per i NFP di domani (il dato piu' volatile e piu' market mover).
 
L'impressione e' che il mercato "sconti" gia' un valore molto positivo (sopra 500k) Di conseguenza, secondo noi:
a) se "esce" <300K : il mercato sara' fortemente direzionale (con Usd e equity venduti);
b) se "esce" >600K: mercato in swing (Usd si apprezza e poi, per take profit, torna ai livelli di partenza se non piu' in basso).
 
2 - EURUSD
 
Eurusd ha bisogno di "respirare" un po': come si vede dai non-commecial flows del contratto Fx sull'exchange il mercato e' ancora "one-way" short.
Secondo noi tornera' a scendere (ma NON nell'immediato, salvo soprese dai NFP).
 
3 - Uno dei sottostanti meglio impostati appare il Gold (in eur term e' ai massimi storici).
 
Le ragioni sono chiare:
 
a) quando i tassi sono zero, i politici "tendono" a stampare carta-moneta: ma ogni dollaro stampato diminuisce il valore di tutti gli altri in circolazione.
Lo "smart money" questo lo sa e di conseguenza acquista l'unica moneta non aumentabile con un semplice tratto di penna;
 
b) in Asia si teme "inflazione": l'oro appare l'hedge piu' naturale;
 
c) Sovereign risk e deleveraging spingono ad acquistare il piu' "sicuro" tra gli asset.
 
La natura mutevole e ambigua del Gold sono caratteristiche da apprezzare in tempi cosi volatili.
 
3 - DATI OGGI
 
ADP Employment (attese 70k), Claims e ISM non-manufacturing.

 

Mr.Rosebud
 
Se vuoi commentare l'articolo o approfondire/criticare le tesi esposte scrivi a  commenti@finanza.com
 
I commenti più interessanti saranno pubblicati e riceveranno risposta compatibilmente con gli impegni professionali di Mr. Rosebud.

COMMENTA LA NOTIZIA