1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

In diretta dalla City – dollaro non è più Safe Haven Asset

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Da Londra un trader italiano di una banca internazionale, dietro la promessa dell’anonimato, ci guida sui mercati finanziari con il taglio operativo proprio di un professionista della finanza. Per mantenere intatta questa caratteristica si è scelto di non filtrare il commento originale, conservandone quindi anche i tecnicismi. Ecco di cosa si parla oggi nelle sale operative della City. Buona lettura



1 – DATI E MERCATI
Breve recap della giornata di venerdi:
– Equity: S&P + 0.01%, Euro Stoxx -0.39%, MSCI Asia +1.1%
– Commodity: Ice Brent +1.02, Copper +2.28%, CRB Index +1.54%
– US Treasury e Bund acquistati (10Y US a 2.9250%, ai minimi di apr 09).
– nel Forex: Usd index -0.25%, acquisti su asian e commodity currencies, Jpy “super” (con Usdjpy che si avvicina ai minimi del nov 09) mentre l’Eurusd raggiunge 1.3107.
 
Usd rimane “debole” con mercato azionari stabili e US Treasury acquistati.
 
2 – TRE, SECONDO NOI I FATTORI “CHIAVE” PER SPIEGARE IL USD DEBOLE:
 
a) il Usd sembra aver perso lo status “safe haven assets”. Per mesi con mercati azionari in discesa il USD e’ stato acquistato. Questa correlazione negativa non sembra piu’ funzionare.
Pesano le dichiarazioni della Fed relative al:
– “”Japan-style outcome”
– “Uncertain growth”
Tassi bassi “forever” e lo spettro di “decenni” persi anche per US, NON sono positivi per il USD
 
b) GDP US cresce del 2.4% (contro attese di 2.6%). La componente “consumi privati” (che pesa al 70%) rimane debole.
Per molti la crescita del GDP US scendera’ “a regime” al 1.6%.
 
c) E’ vero che gli stress test NON hanno convinto al 100%, ma e’ anche vero che il disclosure dei book delle banche e’ stato soddisfacente. Investors sembrano apprezzare la trasparenza.
 

3- DATI OGGI
ISM manufacturing (probabilmente negativo per US). Eurusd potrebbe testare 1.3150 (target del Testa&Spalle) mentre Usdjpy sembra monodirezionale.


Mr.Rosebud


Se vuoi commentare l’articolo o approfondire/criticare le tesi esposte scrivi a commenti@finanza.com. I commenti più interessanti saranno pubblicati e riceveranno risposta compatibilmente con gli impegni professionali di Mr. Rosebud