In diretta dalla City - clima di generale attesa

Inviato da Redazione il Ven, 23/07/2010 - 09:59

Da Londra un trader italiano di una banca internazionale, dietro la promessa dell'anonimato, ci guida sui mercati finanziari con il taglio operativo proprio di un professionista della finanza. Per mantenere intatta questa caratteristica si è scelto di non filtrare il commento originale, conservandone quindi anche i tecnicismi. Ecco di cosa si parla oggi nelle sale operative della City. Buona lettura


1 - DATI E MERCATI
Mercati in territorio positivo ieri con S&P +2.25, Eurostoxx +2.83%, Ice Brent sopra $77.50 (+2.85%), 10Y US Treasury e Usd index venduti (come sempre se c'e' "risk appetite").
Interessanti:
 
a) il VIX Index (30-day S&P 500 index option volatility, detto anche "fear gauge") a 24.63 (quindi contenuto). Ma e' significativo che la vola equity a lungo continua ad essere acquistata (il futuro e', in altre parole, incerto!);
b) 2Y US Treasury a 0.5520% (ai minimi storici): paura di deflazione e/o di double dip? (allego il grafico: interessante).
 
2 - Quello di ieri, a noi sembra piu' un move di carattere "tecnico" che altro:
 
Certo non sono mancate le news positive (che hanno, in qualche modo, controbilanciato le parole pessimiste di Bernanke -Mr "Unusually Uncertain"-).
Per esempio:
a) Uk Retail Sales, Eurozone service, manufacturing e industrial orders migliori delle attese;
b) Strong quarters results per Caterpillar, UPS, 3M e UPS (le "parcel firms" sono un po' un barometro dell'attivita' economica);
c) US Claims sotto il "fear level" di 500k.
 
Ma il tutto e' in qualche modo scontato e il clima ci sembra di generale attesa:
a) il "financial bill" in US deve essere applicato dalla miriade di regulators. Sara' interpretato in modo restrittivo o con leggerezza?
b) E' solo rallentamento della crescita oppure double dip scenario?
c) C'e' da fidarsi dell'Eurozona? La crisi dei "sovereign debt" e' stata superata? I "stress test" sono affidabili?
 
3 - DUE I TEMI SUPER-DIBATTUTI (e che, secondo noi, determineranno i trend di medio/lungo):
 
a) i tassi in US/UK/Eurozona rimarranno prossimi a zero a medio/lungo.
Che conseguenze avra' questo?
- rischio di nuove bolle speculative (come quella del settore immobiliare in US nel 2002/2004)?
- rischio di "excessive" risk taking? (a nessuno piace depositare e incassare zero interessi e tutti finiscono per investire in qualcosa, anche le cose prive di valore)
- rischio di fuga di capitali verso Emerging Market (Brazil, Cina etc): con conseguente inflazione e nuove bolle?
 
b) Austerity contro Stimulus
Prevarra' la ricetta tedesca e della BCE (ossia: chi ha fatto debiti deve ripagarli) oppure americana (il Governo continua a spendere all'infinito)?
 
4 - DATI OGGI
Esito stress test (alle 18.00 ma con rumours in giornata): dovrebbe essere un'evento positivo Eur.
In Europa: Ifo (secondo noi positivo).
In UK, GBP (se 0.6% o superiore Sterla dovrebbe essere acquistata).

Mr.Rosebud
 
Se vuoi commentare l'articolo o approfondire/criticare le tesi esposte scrivi a
commenti@finanza.com
I commenti più interessanti saranno pubblicati e riceveranno risposta compatibilmente con gli impegni professionali di Mr. Rosebud

COMMENTA LA NOTIZIA