1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

In diretta dalla City – ancora ricoperture tecniche per euro e azionario

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Da Londra un trader italiano di una banca internazionale, dietro la promessa dell’anonimato, ci guida sui mercati finanziari con il taglio operativo proprio di un professionista della finanza. Per mantenere intatta questa caratteristica si è scelto di non filtrare il commento originale, conservandone quindi anche i tecnicismi. Ecco di cosa si parla oggi nelle sale operative della City. Buona lettura.


 

1 – DATI E MERCATI
Equity deboli ieri (con S&P che perde lo 0.39% e MSCI Asia a -0.8%).
US Treasury, Usd e Bund continuano ad essere venduti per “flight to risk” effect.
Eur “relativamente” stabile (in area 1.2350, ma debole in apertura stamani). Acquisti su tutte le high-beta e commodity currency (anche se AUD apre negativo).
 
2 – News “significative:”
 
a) Fitch ha tagliato il long term rating di BNP e S&P ha abbassato le forecast di crescita per la Spagna: ogni giorno di sono nuovi “segnali” di tensione (e crisi) in Europa.
 
b) Lo Yuan si e’ apprezzato nel mercato spot e fwd (circa lo 0.4% nello spot). La Cina sta’ facendo concessioni in vista del G20 del prossimo finesettimana. In particolare, vuole evitare manovre protezionistiche da parte degli US.
Un po’ come nel 2008, al massimo “peggera’” lo yuan ad un basket di currency (e non solo Usd). In altre parole, lo yuan rimarra’ sottovalutato rispetto al Usd di circa il 30%.
 
3 – Quattro i “temi” driver per il trading:
 
a) il proseguimento della fase di ricoperture tecniche per Eur e equity:
in particolare per l’Eur il mercato e’ ancora “overshort”. Infatti, ieri il cambio ha raggiunto l’area di resistenza in area 1.2450 per poi perdere terreno–> nel lungo termine negativo Eur 
 
b) La promessa di “tassi bassi a lungo termine” rende assolutamente costoso detenere cash in portafoglio: il “cash” rende zero e NON e’ piu’ privo di rischio (anche per questo Gold e’ vicino ai massimi!).
Notare come storicamente avere US yields bassi e Gold “forte” e’ una sorta di contraddizione di termini: sono molti a pensare che accade per il QE e per l’intervento delle Banche Centrali nel mercato dei Govies: trend che, secondo noi, proseguiranno–> long Gold e buy “risk basket”
 
c) La fase di tensione nel mercato interbancario in Europa NON e’ ancora superata: il move rialzista dell’Euro convive con un generale clima di sfiducia verso l’Europa.
E’ curioso che l’Europa (Francia a parte) si trova ad adottare politiche anti-keynesiane: l’economia e’ in stagnazione ma volontariamente di decide di ridurre la spesa pubblica–> long Bund e short BTP
 
d) Come noto nel finesettimana la Cina ha dichiarato che e’ pronta ad apprezzare al propria valuta contro il Usd: secondo noi si tratta di un bluff. La Cina sta’ cercando di “acquistare tempo”. Al massimo consentira’ allo CNY di “linkarsi” ad un basket di currency (e non solo il Usd)–> long AUD e asian currencies
 
4 – Dati oggi
UK emergency (!!!) budget, German IFO, Canadian CPI and US existing home sales.


Mr.Rosebud
 
Se vuoi commentare l’articolo o approfondire/criticare le tesi esposte scrivi a  commenti@finanza.com
 
I commenti più interessanti saranno pubblicati e riceveranno risposta compatibilmente con gli impegni professionali di Mr. Rosebud.