Imu prima casa: rischio mini-rata dai Comuni a gennaio, potrebbe arrivare fino a 104 euro

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 28/11/2013 - 18:01
Rischio colpo di coda dell'Imu per i proprietari di prime case. Nonostante la decisione presa ieri dal governo di cancellare la seconda rata dell'Imu, i proprietari di prima casa che risiedono in Comuni che nel corso di quest'anno hanno aumentato aliquota Imu 2013 potrebbero essere chiamati a versare entro metà di gennaio una mini rata dell'odiata tassa sulla casa.

In attesa di chiarimenti da parte dell'esecutivo, lo scenario che si prospetta è infatti quello che i Comuni chiamino i proprietari di prima casa al pagamento del 50% dell'aumento rispetto all'aliquota base del 4 per mille. Il saldo è previsto il 16 gennaio 2014.

Ad oggi risultano quasi 900 i Comuni che nel 2013 hanno deciso di alzare l'aliquota sulla prima casa, tra i quali 11 capoluoghi. Spiccano Milano che ha portato l'aliquota  dal 4 al 6 per mille; Bologna dal 4 al 5 per mille; Napoli dal 5 al 6 per mille; Genova dal 5 al 5,8 per mille.
 
Secondo i calcoli effettuati dall'Ufficio Studi della Cgia di Mestre si tratterà di un importo massimo oscillante tra i 71 e i 104 euro ipotizzando la situazione più sfavorevole nella quale si potrebbe trovare un proprietario di prima casa, che corrisponde all'aumento dell'aliquota IMU 2013 di due punti dal 4 al 6 per mille.
Per una abitazione di tipo civile (categoria catastale A2) con una rendita di poco superiore ai 621 euro (dato medio nazionale), l'aumento di aliquota di due punti si potrebbe tradurre in un aggravio complessivo di circa 209 euro. Solo la metà sarà in capo al contribuente che dovrà quindi pagare 104 euro.

Per una abitazione di tipo economico (categoria  catastale A3), con una rendita di 421 euro (dato medio nazionale), l'incremento di due punti dell'aliquota sulla prima casa  si tradurrà in un aumento complessivo di 142 euro. Essendo solo la metà a carico del proprietario, quest'ultimo dovrà pagare 71 euro.
 
Abitazione categoria A2 con rendita catastale di 621 euro
 

 

2012

2013

Aliquota (per mille)

4

6

IMU (€)

217

426

Diff. IMU 2013/2012 (€)

209

Aggravio a carico del proprietario (€)

+104

Elaborazione: Ufficio Studi CGIA su dati Agenzia del Territorio

COMMENTA LA NOTIZIA