Imprese italiane: indagine Mediobanca-Unioncamere, nessun timore da Basilea 2

Inviato da Micaela Osella il Mar, 12/12/2006 - 15:39
Quotazione: MEDIOBANCA
Basilea 2 è alle porte ma le medie imprese manifatturiere italiane non hanno niente da temere dalle norme più stringenti che le banche dovranno adottare nel valutare il rischio connesso alla concessione del credito. Il 60,7% di queste imprese, infatti, ha una elevata solidità finanziaria, tanto da ricadere nelle classi di valutazione migliori, mentre solo il 3,9% presenta una situazione problematica. Le meno rischiose in assoluto sono le 1.483 medie imprese del Nord-Est (il 67,3% delle quali rientra nelle classi di minor rischiosità), seguite da quelle del Nord-Ovest (58,4%), del Sud e Isole (54%) e del Centro (53%). La percentuale relativamente più elevata di medie imprese manifatturiere a maggior rischio, invece, si trova al Centro (6,5%). Questo uno degli spunti contenuti nella sesta indagine di Mediobanca e Unioncamere, presentata questa mattina a Roma, sulle 3.887 medie imprese industriali italiane.
COMMENTA LA NOTIZIA