1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Imprese: CRIBIS D&B, in calo i ritardi gravi nei pagamenti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel secondo trimestre del 2016 continuano a diminuire i ritardi gravi nei pagamenti, uno dei principali indicatori dello stato di salute delle imprese. Dallo Studio Pagamenti, aggiornato a fine giugno, realizzato da CRIBIS D&B emerge che la percentuale di ritardi gravi è infatti pari al 13,1%, un calo rispetto allo stesso periodo del 2015 del 14,4%. Un buon segnale per il nostro sistema imprenditoriale italiano, che evidenzia una minor difficoltà delle imprese nel saldare le fatture ai fornitori. Il 35,4% delle imprese, dati aggiornati a fine giugno 2016, invece paga alla scadenza, il 51,5% entro il mese di ritardo. Una situazione, quella dei pagamenti, in fase di miglioramento, anche se rispetto al 2010 i ritardi oltre il mese di ritardo segnano un +138,2%, mentre i pagamenti alla scadenza sono diminuiti del 5,6%. “Le aziende italiane, dopo anni di ristrutturazioni e ridefinizione di mercati, prodotti e obiettivi, sembrano avere oggi più fiducia nelle proprie capacità, anche se non ancora nel contesto economico più generale – commenta Marco Preti, amministratore delegato di CRIBIS D&B-. Il calo dei ritardi gravi nei pagamenti è un ottimo segnale per le imprese e lascia spazio a un cauto ottimismo per il futuro”.