1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Impazza la voglia di M&A, Statoil alza la posta al boom di fusioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fuochi d’artificio di fine anno per l’M&A. Solo in una giornata, tra operazioni chiuse e proposte d’acquisto, sono stati mobilitati ieri poco meno di 100 miliardi di dollari, di cui un terzo in Norvegia, dove è stata annunciata la fusione tra Statoil e le attività petrolifere di Norsk Hydro, conglomerato attivo anche nella produzione di alluminio e di energia elettrica. Biomet Inc, specializzata nella produzione di protesi, ha annunciato ieri un accordo di vendita per 10,9 miliardi di dollari a un gruppo di fondi di private equity, tra cui Blackstone, Kkr, Goldman Sachs e Tpg. Ma almeno altre tre operazioni stanno per andare in porto: prima tra tutte il board del gruppo Harah’s, che controlla la maggiore catena di hotel e casinò Usa, ha accettato l’offerta di acquisto per 16,7 miliardi avanzata da Apollo Management e Tps.