1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Immobiliare: Milano torna di moda ed entra nella top 10 europea degli investimenti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
L’interesse per l’investimento immobiliare nel capoluogo meneghino è aumentato nel corso dell’anno passato. Ora Milano è all’ottavo posto della classifica elaborata da PricewaterhouseCoopers e Urban land institute
Chiamatelo effetto Expo, chiamatelo fattore Moda oppure ancora effetto Citta verticale. Sta di fatto che il mercato immobiliare di Milano ha richiamato l’interesse di molti investitori nel corso del 2015. Tanto da far scalare al capoluogo lombardo ben sei posizioni nella classifica dei settori real estate più attivi in Europa. Lo studio, condotto da PricewaterhouseCoopers (PwC) e Urban land institute (Uli) posiziona Milano in ottava posizione con 4 miliardi di euro investiti tra l’ultimo trimestre del 2014 e il terzo del 2015. 
La graduatoria è guidata da Berlino, Amburgo e Dublino. Londra è solo al quindicesimo posto. La capitale britannica sconta “prezzi sensibilmente superiori a quelli dettati da una crescita normale”. Pertanto, nonostante le indubbie attrattive di Londra, l’investimento nel real estate Oltremanica risulta meno interessante. 
Milano diventa invece un target sempre più popolare con un’economia definita “forte” dall’indagine. “Gli investitori stranieri stanno riversando capitali sulla città. Qatar Holding, il fondo d’investimento sovrano del Qatar ha confermato il suo interesse per lo sviluppo dell’area Porta Nuova, mentre il gruppo cinese Fosun ha operato la sua prima acquisizione in Italia per un valore di 345 milioni di euro (Palazzo Broggi, ex-sede Unicredit) e Partners Group ha comprato diverse proprietà per un valore di 233 milioni di euro”. 
Secondo uno degli investitori intervistati da PwC/Uli “si è verificato un grande spostamento dal Central business district /Cbd) verso gli spazi più moderni inaugurati negli ultimi anni e ciò, di conseguenza, ha liberato spazi interessanti dal punto di vista del posizionamento per gli investitori esteri”. 
Per i prossimi dodici mesi l’indagine vede le migliori prospettive negli uffici più moderni vicini alla rete di trasporto pubblico, ai centri commerciali, agli alberghi e alle vie del lusso. Tra le aree favorite quella della Stazione Centrale e CityLife in costruzione sulla centralissima area prima occupata dalla Fiera”. 

Le prime dieci posizioni della classifica

1Berlino
2Amburgo
3Dublino
Madrid
5Copenhagen
6Birmingham
7Lisbona
8Milano
9Amsterdam
10Monaco

Lo studio di PwC/Uli