Immobiliare: le nuove norme nel decreto Sblocca Italia, nuove Ipo di Siiq in arrivo?

Inviato da Alberto Bolis il Mar, 02/09/2014 - 12:43
Le società immobiliari quotate a Piazza Affari (Siiq) potrebbero essere arrivate ad un punto di svolta. Questo particolare tipo di società, a Piazza Affari sono presenti solo Beni Stabili e Igd, non è mai riuscito a decollare sul mercato azionario italiano mentre in Europa, da inizio anno, sono già 15 gli sbarchi in Borsa. Ora però questo particolare comparto potrebbe decollare anche nel Belpaese in scia alle nuove norme inserite dal Governo nel decreto "Sblocca Italia".

Una serie di semplificazioni e sgravi fiscali che potrebbe attirare sempre più investitori esteri interessati al settore immobiliare tricolore. E che dovrebbe portare a nuove Ipo a Piazza Affari. E' quanto spiegano gli analisti di Société Générale in un report nel quale analizzano le nuove normative introdotte dall'esecutivo. Contrastate le due Siiq di Piazza Affari: Beni Stabili lascia sul parterre circa lo 0,50% a 0,616 euro, mentre Igd mostra un progresso dell'1,30% a 1,117 euro.

La decisione del Governo è quella di superare le rigidità delle vecchie norme burocratiche e di favorire così lo sviluppo delle Siiq. Nel dettaglio il flottante minimo è stato ridotto al 25%, mentre l'azionista di riferimento potrà avere una quota massima del 60%. Cancellata la tassa sul capital gain, inoltre il livello minimo di pay-out delle attività immobiliari è stato abbassato al 70% dal precedente 85 per cento.
COMMENTA LA NOTIZIA