Immobiliare: Centrosim, portata limitata da allarme società non operative

Inviato da Marco Barlassina il Ven, 21/07/2006 - 12:39
Le probabile modifiche al decreto 223 relativamente all'incremento dal 4 al 6% del rapporto tra ricavi e costo degli immobili, utilizzato per l'individuazione delle società immobiliari non operative, avrà un impatto limitato. Se ne dicono convinti gli analisti di Centrosim, che in una nota odierna scrivono che "la positiva soluzione dei problemi sollevati dalla versione iniziale del decreto in materia di Iva retroattiva limiterà la portata del possibile allarme, che potrebbe pesare su società inattive in quanto in attesa di autorizzazione". Il tema delle modifiche alla disciplina delle società non operative è di riguardo in conseguenza del fatto che una società definita di comodo perderebbe la possibilità di compensare il credito Iva.
COMMENTA LA NOTIZIA