1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Immobili Usa, il maggior calo degli ultimi 20 anni (Fondionline.it) -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per i più pessimisti, le quotazioni delle abitazioni potrebbero accumulare una caduta del 10% entro la fine dell’anno. Il documento diffuso dalla Fed rappresenta una sorta di finestra che consente agli investitori di capire quel che è passato in mente ai membri del Comitato di politica monetaria della Banca Centrale. Nell’ultima riunione, la Fed ha optato per il mantenimento dei tassi sui Fed Funds al 5,25%, cambiando però il linguaggio utilizzato per comunicare la sua strategia alla comunità degli investitori. Il taglio di mezzo punto applicato al tasso di sconto ha confermato i cambiamenti intervenuti nel linguaggio utilizzato dal Comitato, tuttavia, il controllo dei prezzi continua ad essere indicato come l’obiettivo fondamentale dell’attuale politica economica. Venerdì prossimo Ben Bernanke terrà un’audizione dedicata agli immobili e alla politica monetaria, nel corso della quale potrebbe fornire alcuni elementi importanti sulle modalità che saranno adottate per contenere la crisi. Intanto, gli analisti continuano a sostenere che sia necessario un taglio dei tassi di interesse durante la prossima riunione della Fed ( fissata per il 18 settembre). Le pressioni sulle decisioni di politica monetaria affinché si tenga conto dell’impatto della crisi finanziaria, stanno coinvolgendo anche la BCE (che si riunirà il 6 settembre). Il prossimo 11 settembre la BCE esporrà davanti alla Commissione per gli affari economici e monetari la sua visione dei fatti sulla crisi creditizia. A cura di www.fondionline.it.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUTOMOTIVE

FCA: Dipartimento di Giustizia ha depositato una causa civile

Confermate le indiscrezioni, il Dipartimento di giustizia statunitense, per conto dell’Agenzia per la Protezione Ambientale (EPA), ha depositato una causa civile in cui accusa Fiat Chrysler di aver utilizzato un software per bypassare i controlli sul…

MACRO

Germania: bid-to-cover stabile nell’asta di Schatz a due anni

L’agenzia tedesca per la gestione del debito ha collocato 3,965 miliardi di Schatz a due anni. Il rendimento medio si è attestato al -0,65 per cento, dal -0,69 dell’asta di fine aprile, mentre il tasso di copertura si è confermato a 1,2 volte.

Grecia: Borsa Atene debole dopo mancato accordo su debito

Borsa di Atene debole dopo il mancato accordo tra i creditori internazionali sulla riduzione del debito greco, con la decisione di posticipare la decisione alla riunione di metà giugno. Sulla piazza finanziaria ellenica prevalgono le vendite: l’indic…