Immatricolazioni auto: crescita rallentata a marzo

Inviato da Alessandro Piu il Mar, 03/04/2007 - 08:57
Quotazione: FCA CHRYSLER

Il mercato italiano dell'auto infila un altro mese di crescita anche se in rallentamento rispetto ai risultati incassati nei primi due mesi del 2007. Il ministero dei Trasporti ha reso noto che nel mese di marzo sono state immatricolate nel Belpaese 258.873 veicoli nuovi contro i 253.000 circa dello stesso mese del 2006, con un incremento del 2,36%, meno di quanto registrato a febbraio (+5,66%) e a gennaio (+3,5%). Un calo imputato principalmente alla "stangata fiscale assestata con la manovra di fine anno alle auto aziendali" secondo il commento del Centro studi Promotor, che ha in parte vanificato gli "effetti positivi legati all'incentivazione alla rottamazione delle autovetture".

 

Non solo le stangate fiscali sono però imputate del rallentamento della crescita del mercato dell'auto a marzo. Sempre secondo il Centro studi Promotor sono da rilevare problemi di case automobilistiche e concessionari che "preso atto del sostegno alla domanda fornito dagli incentivi alla rottamazione, hanno tagliato le autovetture a chilometri zero e, in diversi casi, allentato l'impegno promozionale".

 

Le case automobilistiche stanno inoltre faticando per tenere fronte al picco di domanda generato dagli incentivi alla rottamazione, con ritardi nelle consegne che si riflettono sul totale delle immatricolazioni.

 

Il risultato complessivo ottenuto nel primo trimestre dell'anno appare comunque molto positivo con una crescita del 4,14% e un totale di 733.223 immatricolazioni di auto nuove. Ancora una volta brillante Fiat, con un aumento del 7,6% nel mese di marzo a 62.323 autovetture dalle 57.934 dello stesso mese del 2006. La casa automobilistica del Lingotto piazza le sue vetture nelle prime posizioni delle classifiche di vendita. La Punto continua a dominare la strada con 24.924 unità nel mese di marzao (71.376 da inizio anno). Fa molto bene anche Panda con 20.588 automobili a marzo (55.988 da inizio anno).

 

Andamento positivo anche per gli altri marchi del gruppo di Torino. Alfa Romeo è salita dell'1,32% rispetto al marzo 2006 con 8.197 vetture immatricolate a marzo, Lancia del 5,52% con 11.713. La quota di mercato del gruppo Fiat in Italia è così cresciuta dal 30,54% al 31,82% con un rialzo del 6,66% rispetto al mese di marzo 2006 e un incremento scorso anno. Per le vetture a marchio Fiat, la fetta di mercato italiano dell'auto è passata da 22,91% al 24,07%. E' diminuita di converso la quota di vetture nuove straniere immatricolate in Italia, al 68,18% da 69,46% di marzo 2006.

Il marchio "esotico" preferito è sempre Ford che ha portato la quota di mercato in Italia al 9,12% in marzo, piazzando la sua Fiesta al terzo posto tra le vetture più vendute con poco più di 11.000 unità.  Seguono Opel con una quota del 7,32% e Volkswagen al 6,23%.

 

COMMENTA LA NOTIZIA