1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Certificates ›› 

Il voto per l’estensione della Brexit sostiene i mercati

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’ultima seduta della settimana si è avviata con il sorriso per i mercati azionari, sostenuti dall’ultimo voto sulla Brexit che ha approvato l’estensione dell’articolo 50 e quindi uno slittamento dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. Le Borse europee hanno aperto in moderato rialzo: a Francoforte il Dax segna un +0,11%, a Parigi il Cac40 è poco mosso con un +0,07%, mentre a Londra l’indice Ftse 100 festeggia la decisione con un progresso dello 0,32%. Ma la migliore del panorama europeo è Piazza Affari dove l’indice Ftse Mib ha aperto con un +0,36% a 20.952,95 punti, a un soffio dalla soglia dei 21mila punti.

Ieri sera la Camera dei Comuni inglese ha votato a favore dell’estensione dell’articolo 50 con 412 voti rispetto ai 202 contrari. L’esito del voto dà mandato al governo di Theresa May di estendere l’articolo 50 oltre la data di scadenza del 29 marzo. Affinché sia effettiva, tuttavia, l’estensione deve essere votata da tutti gli altri 27 paesi membri dell’Unione europea. Sul forex, la sterlina ha reagito salendo nei confronti di dollaro ed euro.

Intonazione positiva dei listini asiatici questa mattina. La piazza di Tokyo ha chiuso con un rialzo dello 0,77%, dopo la decisione della Bank of Japan di mantenere invariata la propria politica monetaria. La BoJ ha affermato che l’economia del Giappone “proseguirà nella sua moderata espansione, nonostante sia colpita dal rallentamento delle economie estere”.