Ifil a testa bassa, per RasBank è outperform

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ifil va a testa bassa a Piazza Affari. Il titolo segna un ribasso dell’1,42% a quota 2,68 euro, eppure avrebbe di che festeggiare. Ifil insieme a Marcegaglia e Banca Intesa sono stati scelti da Sviluppo Italia come partner nella privatizzazione di Sviluppo Italia Turismo, società controllata da Sviluppo Italia attiva nel settore turistico con
una forte presenza nel Mezzogiorno. Il progetto presentato dalla cordata guidata da Ifil è stato preferito a quello presentato dal gruppo Zunino dopo mesi di confronto. “Riteniamo che l’accordo raggiunto sia importante e positivo, ma probabilmente il mercato già scontava una simile notizia. L’impegno finanziario di Ifil, circa 26 milioni di euro da ottobre a fine anno, è piuttosto contenuto”, commenta Guido Gambarova, analista di RasBank che sul titolo Ifil mantiene il rating outperform (il titolo si muoverà meglio del mercato) con un target price a 3,5 euro.